DichiarazioniFormula 1

Wolff si sfoga: “Una Formula 1 senza Hamilton…”

Il team principal della Mercedes condivide il suo parere su un eventuale ritiro del sette volte campione del mondo

Mentre il silenzio di Hamilton dura ormai da più di un mese, Toto Wolff reputa oltraggioso per la categoria regina poter perdere il suo più grande pilota

Lewis Hamilton continua a non rilasciare alcuna dichiarazione pubblica dalla fine di quel tanto discusso Gran Premio di Abu Dhabi. E mentre continuano a circolare voci di un suo probabile ritiro dalla Formula 1, il team principal della Mercedes, Toto Wolff, condivide la sua opinione su questa vicenda: “Spero davvero che lo rivedremo,” dice riferendosi a Hamilton, “E’ la parte più importante del nostro sport. Sarebbe un atto d’accusa per l’intera Formula 1 se il miglior pilota decidesse di lasciare a causa di decisioni oltraggiose“.

Alla domanda su quando ha in programma di incontrare il sette volte campione del mondo, Wolff ha risposto: Al più tardi a febbraio. E certamente non per bere tequila. Ne ho avuto abbastanza ad Abu Dhabi“. Wolff ha anche ammesso che ciò che è accaduto in Formula 1 il 12 dicembre scorso verrà sempre ricordato dall’intero team Mercedes: “Non sarà mai dimenticato.” ha infatti dichiarato, “Perché quello che è successo a Lewis è stato semplicemente sbagliato. Quel giorno era imbattibile, fino a quando i commissari hanno fatto saltare una miccia e hanno commesso tre infrazioni alle regole“.

WOLFF: “QUEL GIORNO IN FORMULA 1 NON VINSE IL MIGLIORE”

Rimarrà sempre con noi, anche se Max Verstappen è stato un degno Campione del Mondo nel corso della stagione. Ma quel giorno uno era migliore dell’altro, e non vinse“. Riferendosi al silenzio di Lewis Hamilton, Toto Wolff ha ammesso che, conoscendo il pilota, ha bisogno di tempo per riflettere: “Non importa quale stato sia stato messo sulla sua strada, ha saputo per tutta la vita che deve parlare in pista. Ma è incredibilmente difficile per lui, finché non trova un modo tra avere ragione e torto. Ci vuole solo tempo“.

 

 

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Sono appassionata di letteratura e di teatro, e studio per poter specializzarmi in questi due campi. Con la Formula 1 e i motori è stato amore a prima vista. Tifosa della Rossa nonostante tutto, la Formula 1 è tra le cose che più mi emozionano al mondo. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.