DichiarazioniFormula 1

Wolff: “Hamilton in Red Bull? Mai dire mai, ma…”

Il team principal della Mercedes lascia aperte tutte le opzioni al suo pilota, anche se crede poco nella sua idea di cambiare scuderia a partire dal prossimo anno

Continuano le speculazioni sul mercato piloti dei prossimi anni, tra situazioni paradossali e cambi di scuderia che hanno dell’assurdo

Lewis Hamilton in Red Bull? “Never say never” ha dichiarato Toto Wolff. Le parole del team principal della Mercedes arrivano in un momento in cui il campione britannico non ha ancora firmato per prolungare il suo contratto con la scuderia tedesca. E quale migliore occasione, se non questa, per iniziare a fantasticare sul suo futuro in Formula 1? Solo che, questa volta, a mettere lo zampino in queste speculazioni è lo stesso Wolff.

L’austriaco, dopo aver smentito le voci secondo cui la Mercedes sarebbe prossima alla vendita, stavolta si è messo in prima linea per discutere dei prossimi anni del pilota britannico. Un tema che, ultimamente, è molto caro ai giornalisti. Secondo il Daily Mail, infatti, Hamilton starebbe per firmare un contratto triennale proprio con il team, alla modica cifra di 44 milioni di euro l’anno. Da che parte starà quindi la verità?

LE OPINIONI DI JORDAN E DI WOLFF SULL’OPZIONE RED BULL

Secondo quanto dichiarato da Eddie Jordan, per Hamilton il futuro dovrebbe avere i colori della Red Bull. Del resto, la scuderia austriaca sembra essere l’unica al momento in grado di mettere i bastoni tra le ruote alla Mercedes, anche se la differenza di ritmo è abissale. Dal canto suo, la Red Bull ha smentito queste voci immediatamente dopo le dichiarazioni di Jordan, anche se Wolff ha ben deciso di tornare a mettere il dito nella piaga.

Mai dire mai. Ho assistito alle cose più pazze in vita mia. Ma non vedo perché Lewis dovrebbe farlo. Ha un legame molto forte con la Mercedes e lui stesso ci ha aiutati a costruire il team che siamo oggi. In questo momento gli stiamo dando la macchina migliore e abbiamo una fiducia reciproca tra di noi. Ci aspettano ancora dei momenti di successo in futuro. Non credo che una mossa come questa sarebbe razionalmente comprensibile da parte sua…“.

Insomma, Wolff lancia il sassolino, ma in realtà non ci crede realmente. Del resto, Hamilton sta vivendo gli anni migliori proprio grazie alla Mercedes e non avrebbe nessuna ragione per cambiare scuderia. Senza contare che Horner, team principal della Red Bull, ha smentito in maniera molto colorita le affermazioni di Jordan: “Mi chiedo cosa stesse bevendo Eddie…“. Sarebbe bello vedere Max e Lewis combattere fianco a fianco, ma. probabilmente farlo con due monoposto differenti sarebbe la. soluzione migliore. Tant’è che lo stesso Marko ha definito la possibile accoppiata  un vero suicidio. Quindi…che ne sarà del buon vecchio Lewis a partire dal prossimo anno?

Pubblicità

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button