DichiarazioniFormula 1

Vettel elogia gli pneumatici Pirelli 2022

Il tedesco ha potuto testare le nuove mescole da 18 pollici a Silverstone, che ha particolarmente esaltato per l’aderenza al tracciato

Ottime sensazioni in ottica 2022 per quanto riguarda gli pneumatici da parte di Sebastian Vettel, che ha testato le mescole della prossima stagione dopo il GP di Gran Bretagna

Maggiore aderenza nelle curve lente e in quelle di media velocità. Questo è ciò che dobbiamo aspettarci dagli pneumatici Pirelli nel 2022 secondo Sebastian Vettel, che non manca di elogiarne le qualità. Il tedesco ha infatti potuto “assaggiare” le nuove mescole durante i test di Silverstone del 20 e 21 luglio. In quei giorni, infatti, Aston Martin, Red Bull e Haas hanno potuto provare le novità apportate da Pirelli per quanto riguarda la stagione a venire.

Il pilota numero 5 ha completato un totale di 110 giri con questi pneumatici e si è dimostrato molto felice per quanto concerne l’aderenza. Ma non solo: Vettel sostiene anche che le mescole tendano meno a surriscaldarsi, consentendo al pilota di spingersi più al limite, come riportato dalle sue dichiarazioni ad Auto Motor und Sport. Sempre secondo il pilota della Aston Martin, questi pneumatici sarebbero anche più comodi sui cordoli. Si sente dunque molto più a suo agio con le nuove mescole rispetto a quelle attuali, che aveva criticato dopo il doppio scoppio di Baku.

SCARSA VISIBILITÀ

Qualche pecca Vettel è riuscito comunque a trovarla. Si tratta infatti della poca visibilità dovuta alla grandezza degli pneumatici. “Queste grandi ruote peggiorano ulteriormente la visuale. Con le coperture e le ruote così grandi non si vedono più i cordoliha infatti asserito il tedesco. La situazione si presta però ad un peggioramento in vista dell’aggiunta di piccoli deflettori sulle ruote anteriori, che ridurranno ulteriormente la vista dei piloti.

Inoltre, la grande aderenza riscontrata da Vettel è frutto anche della bassa pressione degli pneumatici; questo è stato fatto perché si adattassero meglio alle monoposto 2021. Sarà dunque soltanto il tempo a dirci quali saranno effettivamente le caratteristiche delle nuove mescole, quando avverranno i test invernali con le vetture della prossima stagione.

Carlotta Ramaciotti

Carlotta Ramaciotti

Sono solo una ragazza italiana, qui per condividere il proprio amore per il motorsport.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.