DichiarazioniFormula 1

Norris: “Lottare con Hamilton mi dà più fiducia”

Il pilota britannico quest’anno ha avuto diverse opportunità di crescita e di scoperta del suo talento

Ingaggiato in duelli contro il sette volte campione del mondo, Norris ha adesso più consapevolezza delle sue capacità in pista

Lui è, forse, la vera e propria rivelazione di questo 2021. Artefice finora di una splendida stagione alla guida della sua McLaren. Capace, se non di partecipare alla lotta fra i due contendenti al titolo di quest’anno, almeno di avvicinarvisi. Al suo terzo anno nella categoria regina, Lando Norris mostra con maturità e fiducia i frutti del lavoro iniziato a fine 2018 a Woking.

Intervistato da Motorsport.com, l’inglese della McLaren ha raccontato di come quest’anno stia acquisendo sempre più confidenza con la vettura. In particolare, le brillanti prestazioni della sua MCL35M gli hanno permesso più volte di lottare con i “veri” protagonisti di questa stagione. Occasioni queste che lo rendono più fiducioso nelle sua abilità alla guida. Ricordando il GP di Austria ha infatti dichiarato: “La lotta con Hamilton in Austria è stata qualcosa di prezioso e penso che mi aiuterà in futuro quando affronterò di nuovo quel tipo di situazioni“.

NORRIS: “HO PIU’ FIDUCIA NEL FUTURO”

Se sarò di nuovo in quella posizione, so che sarò in grado di competere, anche se magari non potrò vincere gare e raggiungere la grandezza. La cosa buona è che so cosa posso fare contro uno come Hamilton“. Essere inseguiti da un sette volte campione del mondo, difatti, non deve essere semplice. E non soltanto da un punto di vista prettamente sportivo, ma soprattutto sotto l’aspetto psicologico: “Ho gareggiato contro piloti di altissimo livello sin dal primo giorno. Il fatto che sia stato Hamilton non cambia molto. Ma c’è una differenza, perché hai alle spalle uno dei migliori al mondo e nella storia”.

“Questo ti costringe a essere più perfezionista e a concentrarti ancora di più. Ho sopportato 20 giri, fino a quando ho pensato che la cosa migliore fosse concentrarmi sulla mia gara”. Essere riuscito a tener testa a Re Lewis è stato, per Norris, una grande dimostrazione delle sue capacità. Consapevolezza che, in futuro, potrà dargli ancora più grinta: “Questo mi dà fiducia per il futuro, perché quando torno dietro a Lewis, Max o chiunque altro, so di poter fare bene. In questa stagione la mia fiducia è aumentata in diversi contesti, soprattutto dopo le prime due gare”.

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Studentessa di Lettere Classiche all'Università Federico II. Innamorata follemente della Rossa. Con la Formula 1 è stato amore a prima vista, e nulla riesce a emozionarmi come fa lei. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio