DichiarazioniFormula 1

Verstappen: “Sono più veloce di Hamilton”

Il pilota olandese della Red Bull ha perso nelle ultime due gare la leadership del campionato, tuttavia non si arrende e lancia la sfida al rivale della Mercedes

Lewis Hamilton si è preso la leadership del campionato. Max Verstappen è sicuro di poter battere il pluricampione inglese, per il titolo

Super protagonista di questa prima metà di stagione, Max Verstappen 23 anni, pilota di Red Bull, fino al GP di Gran Bretagna era al comando del campionato iridato piloti, mentre Lewis Hamilton era in seconda posizione. Il pilota inglese della Mercedes, è riuscito a soffiargli la leadership, nelle ultime due gare. L’olandese è stato sfortunato in Gran Bretagna e Ungheria, con un ritiro per incidente a Silverstone.

Ciò nonostante, Max Verstappen non si dà per vinto, anzi si sente in grado di poter lottare con Hamilton per il titolo iridato: “La vedo di questa maniera: posso guidare una macchina più veloce di qualsiasi altra persona”.

Sono assolutamente sicuro di essere più veloce di Lewis Hamilton. Pensare in questa maniera, mi aiuta molto. Se non lo facessi, sarebbe meglio per me restare a casa,” ha così aggiunto in un’intervista al quotidiano olandese De Telegraaf.

MAX: “MERCEDES VELOCE, MA NOI NON CI ARRENDIAMO”

Max Verstappen era sicuro di vedere delle prestazioni a questi livelli, tra Mercedes e Red Bull in questo inizio di stagione, ma ora crede che i rivali abbiano fatto un passo in avanti.

“Naturalmente, Mercedes è molto veloce, ma noi non ci arrendiamo. Ci dobbiamo concentrare su noi stessi, continuare a spingere e vediamo dove finiremo”.

“Credo che all’inizio dell’anno, le vetture erano in linea definitiva pari. Ma ora, Mercedes è un po’ davanti. Ci dobbiamo assicurare di poter recuperare, e quindi io stesso di poter fare la differenza,” ha così spiegato il pilota olandese.

Sulla stessa linea di pensiero, nel sottolineare le prestazioni della Mercedes W12, l’olandese ha fatto un paragone tra Valtteri Bottas e Sergio Perez.

“In Mercedes, abbiamo Lewis e Valtteri, i quali solitamente sono molto vicini, l’uno dall’altro in classifica. Questo significa che la macchina va bene. La differenza con noi, se la macchina va bene, Checo è lì. Ma qui in Ungheria, ci siamo trovati in difficoltà, ed eravamo più di sei decimi più lenti. Ed è in quella circostanza, che si vede realmente quanto è grande il divario,” ha così commentato Verstappen prima di concludere.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.