500 Miglia IndianapolisDichiarazioni

UFFICIALE: Alonso disputerà l’Indy 500 con la McLaren

Le strade dello spagnolo e del team di Woking si incrociano nuovamente. Sarà la volta buona per ottenere la tanto agognata Tripla Corona?

Fernando Alonso disputerà la 500 Miglia di Indianapolis con la McLaren SP Chevrolet nel 2020. Le strade dell’asturiano e di McLaren si incrociano nuovamente, dopo che qualche settimana fa era terminata la partnership che lo vedeva ambasciatore del team

Zak Brown stringe nuovamente la mano allo spagnolo facendogli firmare un nuovo contratto per Indianapolis, con la terza vettura del team Arrow McLaren Schmidt Peterson. Questa sarà la terza partecipazione di Fernando Alonso all’ovale americano, la seconda volta con il team di Woking e il motore Chevrolet. L’asturiano ha tentato l’assalto a Indianapolis per la prima volta a maggio 2017, insieme al team Andretti e al motore Honda, ma a circa 20 giri dalla fine si è dovuto ritirare a causa di un problema al motore. Impegnato con il WEC, Alonso non ha partecipato nel 2018 ed è tornato a Indianapolis nel 2019 con McLaren Chevrolet, anche se non è riuscito a qualificarsi tra i primi 33 e, quindi, non ha disputato la gara .

La McLaren ha confermato che, come nel 2019, Alonso competerà con il numero 66 e con Ruoff Mortgage come sponsor principale. Lo spagnolo a riguardo ha dichiarato: “Sono un pilota e la 500 miglia di Indianapolis è la migliore gara del mondo. Adoro i suoi incredibili fan che rendono tutto speciale per i piloti e mi hanno fatto venire voglia di tornare. Ho molto rispetto per la gara e i suoi concorrenti e non vedo l’ora di gareggiare contro di loro. E’ stato importante per me valutare ogni opzione, ma la McLaren SP è sempre stata una delle mie priorità. Ho un rapporto speciale con la McLaren e sono anche colpito dalla sua nuova organizzazione con Chevrolet. Sono convinto che saremo competitivi.

SCHMIDT E BROWN FELICI DI AVERE LO SPAGNOLO NEL TEAM

Sam Schmidt , comproprietario del team McLaren SP ha invece affermato: “L’aggiunta di Fernando al nostro team aggiunge un nuovo livello di esperienza e qualità a beneficio dei nostri due giovani piloti. Abbiamo una vettura veloce e crediamo che Fernando abbia il talento necessario per lottare per la vittoria, non solo per partecipare. Questo, insieme alla potenza di Chevy e l’esperienza del team renderanno la nostra gamma di piloti la ​​migliore della griglia.

Zak Brown, CEO della McLaren ha dichiarato: “Abbiamo sempre detto che eravamo aperti a dare a Fernando la terza vettura per l’Indy 500, e siamo lieti che uno dei migliori piloti al mondo si unisca a noi”. Con l’annuncio di questo accordo, ha senso ciò che Fernando aveva detto su Instagram: “Proverò nuovamente l’Indy 500 quest’anno”, nonostante l’annuncio del mancato accordo con Andretti, cosa che sembrava invece scontata tempo fa. La partecipazione con McLaren era uno dei pochi modi possibili, se non l’unico.  Sam Schmidt, il comproprietario del team di Arrow McLaren SP di Indycar, voleva fortemente lo spagnolo, perciò tempo fa ha dichiarato: “Sarebbe un’ottima cosa per la nostra categoria e per noi avere un pilota del calibro di Alonso.

LA TRIPLE CROWN E’ L’OBIETTIVO PRINCIPALE DI ALONSO

Ottenere la Triple Crown è l’obiettivo principale per lo spagnolo, se non l’unico attualmente. Ecco perché Fernando Alonso ha valutato ogni opportunità nella ricerca dell’opzione migliore per vincere. Andretti era tra tali opzioni e tra loro c’è una grande intesa, che però non si è potuta concretizzare. Quest’anno la partnership tra McLaren e Sam Schmidt offre tutte le garanzie, poiché il team di Sam è uno dei migliori della categoria e utilizza anche motori Chevrolet. Le altre grandi squadre di Indianapolis non sembrano avere spazio per l’asturiano.

 

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button