DichiarazioniFormula 1

Williams: “Fieri di essere un costruttore indipendente”

La storica e gloriosa scuderia inglese, è conosciuta da sempre come costruttore indipendente, e così spera di mantenere questo status nel prossimo futuro.

Williams dopo una stagione disastrosa, tenta di risollevarsi e mantenere lo status di costruttore indipendente, evitando di seguire la scelta fatta da molti team di Formula 1

La Williams è presente in Formula 1, come costruttore indipendente da circa 40 anni, nel 2019 ha disputato uno dei peggiori campionati, durante il quale ha ottenuto un solo punto, terminando in fondo alla classifica del campionato.

In questi ultimi anni, alcuni team del centro gruppo, stanno beneficiando della partnership con alcuni dei top team, per esempio Haas con la Ferrari, l’Alpha Tauri con la Red Bull. Una partnership che spesso gli ha permesso di prendere parti meccaniche e strutture, per le loro vetture.

Vediamo per esempio la Racing Point, che sembra aver creato la vettura del 2020, prendendo molte parti derivate dalla Mercedes W10  del 2019, ed altri particolari provenienti dal team di Brackley.

Claire Williams, è sempre stata chiara, nel spiegare il desiderio della Williams di rimanere completamente indipendente, dichiarando che il team non sarebbe molto fiero se dovesse cambiare approccio.

“Noi siamo molto fieri del fatto di essere un costruttore indipendente, fa parte del nostro DNA portare in pista una vettura, che sappiamo di averla disegnata, progettata e costruita interamente nella nostra sede,” ha così spiegato Williams.

“Ma il modello di business in Formula 1 sta cambiando, e devi sempre tenere un occhio aperto, per assicurare che il tuo modello rimanga sostenibile. Non puoi avere soltanto un sogno. L’orgoglio arriva prima di una caduta alla fine della giornata. È sempre qualcosa al quale stiamo guardando”.

Williams ha poi rivelato che il team, ha esternalizzato alcune parti della produzione per la nuova FW43, per “alleviare la pressione” nelle aree dove hanno fallito negli ultimi anni.

CLAIRE: “DOBBIAMO FARCELA DA SOLI

Claire Williams, ha poi aggiunto dimostrando, la disponibilità del team ad adattarsi, che il budget cap pianificato per il 2021, potrebbe aiutarli a mantenere il desiderio di ritenersi il più possibile indipendente: “Abbiamo adattato la base dell’ambiente, dove stiamo cercando di operare in questo momento, ma non è qualcosa che stiamo attivamente guardando”.

“Sicuramente, vogliamo mantenere molto di quell’indipendenza nel corso del futuro, e penso che il tetto di spesa che arriverà, avrà un ruolo importante nelle mani dei team indipendenti”.

“Abbiamo fatto pressione in Williams, come molti altri team, per assicurarci che le parti elencate fossero meno diluite rispetto al passato. Quindi siamo molto felici di vedere questo”.

“Spero che possa tornare un po’ da noi. Ma in questo momento, non vorrei mettere un altro team dietro alla Williams. Dobbiamo farcela da soli, percorrendo la miglior strada possibile,” ha poi così concluso la figlia di Sir Frank.

Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button