DichiarazioniTest BarcellonaTest Formula 1

Test Barcellona 2016-day 5, Kimi Raikkonen: «Normale avere problemi nei test»

Di certo la Ferrari non si può dire possa aver cominciato nel migliore dei modi l’ultima sessione di test invernali collettivi, sul tracciato del Montmelò. Kimi Raikkonen, che ha preso la pista con un giorno di anticipo su Sebastian Vettel, ha dovuto fermarsi al quarto tempo assoluto, ottenuto col crono di 1’24”836. Il finlandese ha usato solo pneumatici Medium ed è stato fermato a causa di un guasto al cambio della sua Ferrari che ha rallentato il programma di lavoro.

Nel pomeriggio, verso le ore 15.00, Kimi Raikkonen si è fermato lungo il rettilineo principale. Identificato e riparato un blocco della trasmissione, Iceman ha ripreso a girare regolarmente lavorando nello specifico su assetto e regolazioni elettroniche, più prove di partenza e sosta ai box: «È normale avere qualche piccolo problema durante i test come è successo con il cambio oggi, ma non sono preoccupato perché abbiamo tempo per rimediare. Questo è lo scopo dei test, imparare provando cose differenti – ha commentato Kimi Raikkonen a fine giornata – Naturalmente dobbiamo fare ancora molto, ma in questo periodo dell’anno è la routine. Quando inizieranno le gare sarà un’altra storia. Sapremo presto cosa accadrà in Australia, ma per ora la macchina si comporta bene. Non so cosa stiano facendo gli altri team, i tempi sul giro possono variare in base all’utilizzo delle gomme e alla quantità di benzina, ma noi sappiamo quello che stiamo facendo e siamo soddisfatti del modo in cui si comporta la macchina. Penso che il pacchetto sia molto buono, il tempo ci dirà se questo è sufficiente».

L’obiettivo di Kimi Raikkonen per questa stagione è migliorare le sue prestazioni dopo un 2015 vissuto nell’ombra di Vettel: «È sempre meglio essere davanti ma alle volte ci sono elementi non previsti che fanno andare le cose nel senso storto. Il mio obiettivo è quello di avere una vettura competitiva, migliorare la posizione di classifica anche a livello di squadra – ha continuato il pilota finlandese – Sappiamo che non sarà facile ma è quello che vogliamo fare. Per arrivare a questo traguardo stiamo cercando di dare il massimo con tutte le nostre forze».

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio