DichiarazioniFormula 1

Steiner vuole rimanere obbiettivo sul caso Mazepin

Il team principal della Haas si è pronunciato in merito ai recenti avvenimenti che hanno visto come protagonista il suo futuro pilota

Steiner non vuole farsi influenzare dall’opinione pubblica nel giudicare Mazepin per il video da lui pubblicato.

Una settimana fa Nikita Mazepin ha scatenato una violenta bufera sui social per aver pubblicato sul suo profilo instagram un video in cui palpeggiava una ragazza. La risposta della Haas non si è fatta attendere e poco tempo dopo, sempre per mezzo social, ha condannato il gesto del russo definendolo abominevole e ha comunicato che provvederà a sanzionare il pilota in privato. Steiner tuttavia ha ribadito ai giornalisti di voler rimanere obbiettivo riguardo alla valutazione della pena da infliggere a Mazepin.

Il team pincipal della Haas non vuole farsi influenzare dalla forte reazione dell’opinione pubblica, rimasta particolarmente offesa dal comportamento del giovane pilota. Alcuni hanno persino aperto una petizione online, con l’obbiettivo di escludere il futuro pilota della Haas dalla Formula 1 il prossimo anno. La presunta ragazza vittima del gesto ha comunque difeso Mazepin, spiegando ai follower di essere amici di lunga data e che per loro era solo un gioco.

STEINER: “E’ UNA QUESTIONE PRIVATA TRA LUI E ME”

Steiner, citato da GP Fans, ribadisce che la questione si risolverà all’interno del team. “Posso fare una valutazione oggettiva, ovviamente. Mi occuperò della questione la prossima settimana e probabilmente voi ragazzi (i giornalisti) non saprete come andrà a finire e quali sono state le circostanze perchè li terrò privati“.

Interrogato sulla sua personale reazione a quanto era accaduto risponde: “ho esaminato la questione e non ho avuto alcuna reazione perchè devo rimanere obbiettivo. Questa è una cosa privata tra lui e me, e se pensate che non la prenda sul serio, questa rimane una vostra opinione”- ha detto Steiner stizzito.

Mazepin è stato anche criticato per le sue fredde scuse arrivate sui social: “Vorrei scusarmi per mie recenti azioni sia in termini di comportamento inappropriato, che per il fatto che sia stato pubblicato sui social media. Mi dispiace per l’offesa che ho giustamente provocato e per l’imbarazzo che ho arrecato al Team Haas F1.”

“Devo mantenere uno standard più elevato come pilota di Formula 1 e riconosco di aver deluso me stesso e molte persone. Prometto che imparerò da questo“.

 

 

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.