DichiarazioniFormula 1

Seidl: “Mercedes avanti anche senza party mode”

La scuderia di Brackley farà ancora da riferimento dopo il ban alle mappature da qualifica, secondo il team principal McLaren

Secondo il team principal della McLaren Andreas Seidl anche senza party mode la Mercedes farà da riferimento per le altre scuderie. Spera inoltre che la Renault onori gli accordi prima del cambio di motori della scuderia di Woking

Mentre in Federazione viene rinviata l’attuazione del ban alle differenti mappe motore dal GP del Belgio alla prima gara nel Bel Paese, nel Paddock ci si interroga su chi trarrà più vantaggio dalla decisione. Avanzata già dal GP della Spagna, la proposta ha generato pareri discordanti, tra chi si è detto privato di un’arma in più e coloro che non si vedono influenzati dalla scelta. Eppure di una cosa è certo Andreas Seidl, il team principal della McLaren: anche senza party mode, la Mercedes sarà avanti. “Ad essere onesti abbiamo saputo di questa cosa solo tramite una lettera confidenziale” – afferma l’ingegnere tedesco ai microfoni di Autosport.comNon sono stati spiegati però molti dettagli in merito a cosa effettivamente la FIA voglia ottenere. Dovremo attendere per quello”.

“Come tutti sappiamo, oggigiorno con queste power unit così complesse esistono una lunga lista di settaggi per le diverse componenti. Ci sono diverse modalità per il motore a combustione, per la parte ibrida, per l’uso della batteria, attacco, difesa e così via. Onestamente non ho una visione generale su quale sia la differenza tra le varie modalità dei diversi motori. Sono sicuro che ogni costruttore abbia diverse modalità accessibili per le qualifiche, la gara e anche sul giro. Serei molto sorpreso se ciascun costruttore non avesse più di una mappatura disponibile”.

“Non posso giudicare però il gap tra un motore e l’altro. Penso sia un argomento che riguardi la FIA ed i singoli costruttori di power units”. Nonostante i molti punti di domanda, l’ex-responsabile del progetto Hybrid Porsche LMP1 riconosce però la superiorità del team di Stoccarda. “Penso però che qualsiasi siano le regole, con le proprie possibilità e capacità, sono sicuro che la Mercedes continuerà ad essere il punto di riferimento nell’era moderna delle power unit turbo-ibride”.

SE NON PUOI BATTERLI UNISCITI A LORO

La stagione 2020 non è ancora arrivata al giro di boa ma gli occhi di tutti sembrano essere puntati al 2021. La recente approvazione del Patto della Concordia che entrerà in vigore a partire dal prossimo anno sembra aver portato una ventata d’aria fresca nel Paddock. Dal prossimo anno infatti saranno molte le novità che rimodelleranno la Massima Serie e la scuderia di Woking con essa. Il gioco dei tre sedili tra Sainz Jr., Ricciardo e Vettel, con quest’ultimo che sembra essere lo sfortunato perdente del trio, ha portato Ricciardo ad approdare in McLaren. In più, la scuderia di Seidl potrà beneficiare della ritrovata partnership con Mercedes per quanto riguarda la fornitura di PU.

Attualmente il team è motorizzato Renault, e Seidl si augura che il costruttore francese onori il suo impegno fino alla fine. “Per noi come acquirenti la cosa più importante è che, a prescindere dai regolamenti, è ricevere esattamente le stesse modalità e lo stesso chilometraggio che il team principale ha a disposizione. Ho la massima fiducia nei confronti della Mercedes e della Renault e sono sicuro che trattano i compratori allo stesso modo di come trattano la squadra principale. Credo che le regole siano chiare e che i partner ricevano le stesse specifiche della scuderia madre, che è anche una clausola del contratto“.

Pubblicità

Matteo Tambone

Mi chiamo Matteo, sono uno studente di Laurea Triennale in Fisica presso l'Università Federico II di Napoli. Velista e windsurfer, mi piace considerarmi uno sportivo a tempo pieno. Appassionato di Motorsport in tutte le sue forme, seguo la Formula 1 da sempre ed è uno dei miei argomenti di discussione preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button