DichiarazioniFormula 1

Sainz si esprime sulla sprint race del sabato

Lo spagnolo è favorevole a tale modalità ma con qualche riserva, perciò afferma che secondo lui non si possono avere due vincitori nello stesso fine settimana

Carlos Sainz dice la sua sulla sprint race del sabato, è favorevole ma con qualche riserva

Carlos Sainz jr, che da quest’anno sarà vestito di rosso, esprime la sua opinione riguardo a un argomento spinoso di questo 2021: la sprint race. Ricordiamo che la sprint è quella modalità di gara, introdotta da Stefano Domenicali, in cui gli eventi del weekend si articolano nelle qualifiche al venerdì, una sprint race nella giornata di sabato e la gara la domenica.

Lo spagnolo della Ferrari si dice favorevole alla sprint race ma non si risparmia su qualche piccola preoccupazione. “E’ rischioso avere due vincitori nello stesso fine settimana. Bisogna assicurarsi di avere un solo vincitore alla fine del gran premio in cui proveremo una doppia gara”. Infatti per ora solamente in tre GP di questa stagione si sperimenterà la sprint race al sabato, e anche su questo si è espresso Sainz: “Se c’è un anno in cui si può sperimentare è proprio il 2021, per poi vedere come potrebbe funzionare in futuro”, alludendo al congelamento del regolamento per questa stagione.

Carlos Sainz jr durante la presentazione del team di Maranello ha dichiarato: “Non sapremo se funzionerà o no finché non la proveremo. Penso che sia molto importante che la gara principale non perda valore”. Dunque la preoccupazione principale del madrileno sta principalmente nella potenziale perdita di valore della vincita domenicale.

COSA NE PENSA IL SUO COMPAGNO DI SQUADRA CHARLES LECLERC E GLI ALTRI PILOTI?

Charles Leclerc, pilota ormai affermato all’interno della scuderia Ferrari, ammette di essere favorevole anche lui alla gara sprint ma condivide altrettanto le preoccupazioni del suo compagno di squadra. “Penso che sia molto interessante e che per lo meno bisogna provarci”, ma ha espresso qualche dubbio riguardo il sistema di punteggio che andrà a subire qualche variazione. “Penso che la cosa più importante sia che la gara di domenica continui come ha sempre fatto e che il suo valore non diminuisca dichiara infine il monegasco.

Anche altri piloti si sono pronunciati su questa intrigata questione. I due piloti Red Bull, Max Verstappen e Sergio Perez, non sono affatto a favore di questa modalità. Secondo l’olandese non è necessario stravolgere in modo così radicale le regole per incrementare le possibilità di vittoria per le altre scuderie. Ma c’è anche chi vorrebbe sperimentare questa modalità come la new entry in casa McLaren. Daniel Ricciardo condivide le stesse opinioni di Leclerc e Sainz, dicendo che è entusiasta all’idea di sperimentare una nuova modalità, purché questa non tolga prestigio a una potenziale vittoria nella gara della domenica.

Maria Sole Caporro

Maria Sole Caporro

Sono Maria Sole, romana e romanista, laureata in lingue e letterature. Sono da sempre appassionata di motori da quando fin dalla tenera età non potevo andare al mare la domenica perché i miei genitori dovevano vedere il GP. Cresciuta a pane e formula 1 con contorno di letteratura, sono qui per coniugare la mia voglia ed esigenza di scrivere e la passione per le monoposto.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.