DichiarazioniFormula 1

Rowland su Hamilton: “Per i giovani piloti potrebbe fare di più”

Il pilota di Formula E afferma di essersi stancato di sentire lamentele per i costi delle gare junior senza azioni concrete da parte di piloti più famosi

Oliver Rowland, ex collaudatore di Renault e Williams, ha criticato il sei volte campione del mondo di Formula 1 Lewis Hamilton, affermando che avrebbe potuto “fare di più” per aiutare i giovani piloti

La professione di pilota professionista richiede talento, tanta forza d’animo, ma anche buoni appoggi economici. È risaputo, infatti, che i costi delle gare, fin dalla categoria dei kart, sia piuttosto elevato. Durante un’apparizione nello show di Graham Norton nel 2019, lo stesso Hamilton ha rivelato le sue preoccupazioni su quanto sia costoso entrare nel Motorsport. A questo proposito, Rowland, ha affermato: “Hamilton? Predica bene ma razzola male, per i giovani piloti potrebbe fare di più”. 

Rowland, che gestisce la propria squadra di kart, afferma di conoscere per esperienza i vantaggi che una squadra di kart può apportare: “Soprattutto in Gran Bretagna abbiamo davvero un ottimo livello di karting. I piloti tendono a diventare davvero bravi molto rapidamente. Putroppo è molto difficile riuscire a sfondare nella Classe Regina senza aiuto. Io stesso sponsorizzo, ho aiutato a pagare per un paio di piloti, ho cercato di aiutare in tutti modi possibili”. 

NON GLI SAREBBE COSTATO NULLA

Rowland ha continuato: “Non sono allo stesso livello dei migliori ragazzi di Formula 1, ma mi metto una mano in tasca per aiutare le persone che penso lo meritino. Persone che probabilmente non potrebbero neanche passare al livello successivo senza quell’aiuto. Noto che le persone lo dicono sulla stampa e cose del genere, forse potrebbero fare lo stesso. Mi fa arrabbiare quando sento le persone lamentarsene, ma in realtà non stanno facendo molto da sole”, riferendosi al britannico campione uscente della Classe Regina. 

Ad esempio, Lewis ha detto un paio di mesi fa che le persone hanno bisogno di soldi per il Motorsport e tutto questo genere di cose. Basterebbe che mettesse il suo nome fianco di tre o quattro talenti eccezionali e questo li aiuterebbe a raggiungere più sponsor. Li aiuterebbe a generare centinaia di migliaia di euro, senza che lui ci mettesse un euro, non gli sarebbe costato davvero nulla, afferma per concludere. 

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button