DichiarazioniFormula 1

Rossi sollevato per la mancata vittoria di Alonso nella Dakar

Secondo lo statunitense, questo darebbe conforto a tutti coloro che dedicano la loro vita all’interno di una specifica disciplina

ROSSI COMMENTA LA DAKAR DI ALONSO

Fernando Alonso ha chiuso al tredicesimo posto la sua prima esperienza nella Dakar. Lo spagnolo ha terminato a poco più di cinque ore dal leader, dopo esser stato rallentato da qualche incidente di percorso. Nonostante l’asturiano abbia dimostrato di esser uno dei migliori piloti nel mondo delle quattro ruote, la sua Dakar non è stata altrettanto spumeggiante. A riguardo, Alexander Rossi si è detto sollevato da questo fatto.

L’ex F1 e attuale pilota Indycar, ha dichiarato di esser grato ad Alonso di non aver vinto la classica corsa annuale, che deve il nome dalla capitale del Senegal. Rossi ha affermato che le sue prestazioni riflettono l’elevato livello presente attualmente nel motorsport, dando risalto a tutti gli atleti che impegnano per una vita intera in una disciplina:

“Ero un po’ sollevato” – ha dichiarato Rossi in un’intervista a Racer.com. “Perché dimostra che si, è uno dei migliori piloti al mondo, ma ciò non significa che basta andare in una categoria in cui questi ragazzi concorrono da anni e solo presentarsi per batterli. Questo non davvero così.”

L’attuale pilota Indycar ha una pluri-esperienza nella Baja 1000

Rossi non ha commentato a caso questa esperienza, visto che lo stesso pilota americano si è cimentato nella Baja 1000, in Messico, prendendo parte per due volte alla competizione: “Volevo vederlo fare bene. Non volevo vederlo vincere perché mi  avrebbe infastidito! Ho fatto Baja ora due volte, non ho vinto la mia classe, quindi mi darebbe davvero fastidio se andasse a fare la sua prima gara nel deserto e la vincesse.”

Alonso ora è pronto a concentrarsi sull’Indycar. Secondo quanto dichiarato nei giorni scorsi, lo spagnolo potrebbe correre non solo la 500 Miglia, ma anche qualche tappa successiva del campionato. L’ex ferrarista non ha nemmeno voluto chiudersi la porta verso un possibile rientro in Formula 1 nel 2021.

Pubblicità

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button