Formula 1IndyCar

Robert Shwartzman debutta in Indycar

Il membro della Ferrari Driver Accademy sembra essere molto vicino a un possibile sedile nel campionato automobilistico statunitense

Robert Shwartzman debutterà in Indycar. Il pilota della Ferrari Driver Academy parteciperà ai test invernali col team statunitense Chip Ganassi Racing a partire dal prossimo mese: possibile accordo per un sedile per il 2024?

Robert Shwartzman verso il mondo dell’Indycar. Sembra che per il pilota Ferrari il destino vada verso un’altra direzione. Campione nella categoria Formula Toyota nel 2018 e di Formula 3 nel 2019, il pilota russo con passaporto israeliano, è dal 2017 membro della Ferrari Driver Accademy.

Dal 2022 ricopre il ruolo di collaudatore per il team del Cavallino, prendendo parte alle prove libere del GP Degli Stati Uniti e di Abu Dhabi durante la stagione appena conclusasi. Il ventitreenne è stato un’ottimo race support al simulatore durante i fine settimana di gara per la Ferrari, contribuendo allo sviluppo del F1-75.

Le speranze del pilota russo di poter entrare all’interno della massima categoria sembrano svanire. Con un contratto fino al 2024 sia per Sainz che per Leclerc con possibili rinnovi da parte di entrambi i piloti, le scelte di Shwartzman potrebbero incominciare a “sfrecciare” su altri percorsi, come quello dell’ Indycar, dove debutterà ai test invernali col team Chip Ganassi Racing con cui, potrebbe partire una collaborazione per il 2024 che lo porterebbe nuovamente a gareggiare.

Fuori Palou dentro Shwartzman?

Secondo la rivista automobilistica americana RACER, il campione Indycar 2021 Palou lascerà il team Chip Ganassi Racing entro la fine del 2023. Sembra difatti che tra il team e il campione spagnolo non vi sia la volontà di estendere la collaborazione e ad avere la meglio potrebbe essere proprio Shwartzman che avrebbe la possibilità di un sedile in vista della stagione 2024.

Il pilota israeliano non sarebbe l’unico pilota della Ferrari Driver Academy ad entrare a far parte del campionato automobilistico statunitense.  Piloti come Callum Illott, Christian Lundgaard e Marcus Armstrong, anche loro facenti parte dell’ Accademy della Rossa, sono emigrati proprio nel territorio americano vista la impossibilità di un sedile in Formula 1.

Ad attendere il pilota israeliano ci sarebbe Marcus Armstrong, pilota del team Ganassi Racing, che potrebbe diventare il suo compagno di squadra nel 2024. Cosa preserverà il futuro a Shwartzman? Non ci resta che attendere per saperne di più

Valeria Caravella

Valeria Caravella

La formula 1 è sempre stata una costante nella mia vita, sin da quando la guardavo a cavalcioni sulle gambe del mio papà. Ad oggi c'è la sto mettendo tutta per rendere la mia passione, il mio lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio