Formula 1Regolamento

Riunione FIA anti porposing: ecco quando si terrà

Molti team sono stati infastiditi a causa del ritardo dell’annuncio e della confusione che è andata a generarsi

Le scuderie sono arrivate a un accordo. Questa settimana i Direttori Tecnici dei vari team si uniranno in riunione con la FIA. L’obiettivo? Trovare una soluzione alle polemiche post normativa anti porpoising

La Mercedes è stata una delle prime che si erano mosse per chiedere alla FIA di fare qualcosa per il problema del porpoising. E quando la sicurezza chiama, la Federazione Internazionale risponde con prontezza. Proprio nei giorni precedenti il GP del Canada, è stata diramata una nuova direttiva tecnica che ha l’obiettivo di trovare una soluzione momentanea anti porpoising. E ora le squadre si incontreranno, ancora, per una nuova riunione.

Tensioni tra le scuderie

Ma proprio questo intervento da parte della FIA ha generato altri malumori. Molti team sono stati infastiditi a causa del ritardo dell’annuncio e della confusione che è andata a crearsi. Non era chiaro se la normativa avrebbe dovuto essere effettiva già da questo fine settimana in Canada. Oppure se si posticipasse al prossimo appuntamento, il GP di Gran Bretagna che si disputerà il prossimo 3 luglio.

Il culmine dello scontro che vede Mercedes contro il resto del paddock è avvenuto sabato, in occasione della riunione dei boss delle varie scuderie. Secondo quanto riportato dai colleghi di Motorsport, Toto Wolff si è dimostrato furioso nei confronti del comportamento tenuto dai colleghi capi degli altri team, alleati contro di lui.

Credo che le manovre politiche in corso non tengano conto di ciò che è al centro di questo argomento – ha raccontato Toto Wolff ai colleghi di Motorsport.com – Il vero problema è che, fin dall’inizio della stagione, i piloti si sono lamentati di vari dolori provocati dal guidare queste monoposto: mal di schiena, offuscamento della vista, stiamo parlando di micro commozioni cerebrali.
Dobbiamo essere consapevoli che non si tratta di fare delle modifiche a un’ala per avvantaggiare una squadra. Tutti noi, Team Principal e scuderie abbiamo la responsabilità di non sottovalutare questo problema“.

L’uomo chiave del meeting sarà Nikolas Tombazis

Visto che la riunione anti porpoising tra le squadre non ha portato a un nulla di fatto, la FIA cercherà ora di trovare un punto di incontro quando questa settimana Nikolas Tombazis, per conto della Federazione Internazionale, incontrerà i Direttori Tecnici dei team. Sebbene non ci sia ancora una data, la riunione sembrerebbe essere prevista per la fine di questa settimana.

Secondo le prime indiscrezioni è altamente probabile che gli argomenti di discussione principali riguardino l’analisi dei dati sulle oscillazioni verticali che sono stati raccolti nel fine settimana di Montreal. L’obiettivo che si vuole prefiggere la Federazione Internazionale è capire se sia possibile o meno provare a imporre dei limiti per il rimbalzo delle vetture in futuro.

La risoluzione dei problemi sarà a lungo termine

Questa riunione servirebbe soprattutto in chiave 2023: la FIA vuole sentire il parere delle scuderie per iniziare a pensare a piccole modifiche a livello di regolamento tecnico per trovare delle soluzioni anti porpoising a lungo termine. Ma potrebbe includere modifiche a livello aerodinamico, rivedere le sospensioni o arrivare persino all’annullamento del divieto di strumenti come il mass damper.

Dopo un fine settimana di tensione sulla questione del porpoising, si spera che che spostare ogni sorta di discussione lontano dal weekend di gara, possa permettere ai partecipanti di lavorare meglio assieme per trovare una soluzione.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button