DichiarazioniFormula 1

Ricciardo pronto a tornare, ma la sua salute preoccupa

L’ex pilota Nico Rosberg si apre sulla questione del pilota australiano, annunciando alcune preoccupazioni che gravitano attorno al suo stato di salute

Ritorno sempre più vicino per l’australiano dell’Alpha Tauri Daniel Ricciardo, tuttavia ci sono alcune preoccupazioni sulla sua salute in vista della prossima tappa ad Austin

Come preannunciato già con un post Instagram, e successivamente confermato con un comunicato stampa, il pilota australiano farà il suo ritorno ad Austin. Dopo l’infortunio a Monza, il pilota è stato costretto in panchina per quasi due mesi, un tempo eccessivamente lungo per uno sport come la Formula 1. La ripresa fisica infatti, è stata posta sotto la particolare lente di osservazione da parte dell’atleta, che ha trascorso diversi giorni in riabilitazione. Alternando le proprie giornate con il fisioterapista, il pilota Daniel Ricciardo sembra pronto a tornare alla guida, tuttavia alcuni si mostrano preoccupati per il suo stato di salute.

A porre particolare interesse sulla questione, è Nico Rosberg, ex pilota di Formula 1, e che da ormai un paio di anni veste il ruolo di giornalista sportivo. L’ex pilota Mercedes, pone un accento sullo stato di salute dell’australiano, sottolineando la diversità e lo sforzo fisico a cui ormai le moderne vetture ti sottopongono. “Prima di tutto, è stato Franz Tost, sulla griglia del Qatar a rivelarmi che Daniel fa ancora molta fatica sul simulatore. Questo succedeva una settimana fa, e non riusciva a reggere lo sforzo di un intera gara. Quindi sentendo questa cosa, sarà da rivedere il suo ritorno.”

In seguito, l’ex pilota prosegue l’intervista, parlando dello sforzo fisico che dovrà sopportare il pilota nella tappa di Austin. “Io gli auguro il meglio per questa tappa, spero riuscirà a reggere perché guidare queste macchine è davvero pesante. Anche in termini di rischio, non si parla solo di sforzo fisico. Anche quando si frena, è davvero faticoso. Diciamo che quando freni vieni spinto molto sul volante, quindi devi spingerti con i polsi per contrastare, la cintura non basta. Sarà dura.”

Vittoria Vocino

Nata nel 2002, studentessa di Comunicazione e Giornalismo, contraddistinta da attitudine propositiva e sempre aperta alle sfide, con una proiezione professionale verso il mondo del motorsport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio