DichiarazioniFormula 1

Ricciardo in Alpha Tauri: un banco di prova per Tsunoda?

L’australiano ritorna in pista, ma sará prima guida o dimostrerá che Tsunoda ha fatto dei progressi?

La recente notizia di Ricciardo in Alpha Tauri solleva diversi interrogativi: dimostrerá di essere in forma o sará battuto dal compagno di squadra Tsunoda?

Ormai non si fa altro che parlare del ritorno di Ricciardo in Formula 1. Va da sé chiedersi se dimostrerá effettivamente la sua bravura o sará oscurato da un promettente Tsunoda. L’austrialiano ha da sempre dato prova di essere un pilota eccezionale. Ha rovesciato il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel alla Red Bull, ha tenuto testa a un giovane Max Verstappen e si è imposto su Nico Hulkenberg ed Esteban Ocon alla Renault.


Il declino é sopraggiunto alla McLaren dove Norris e le sfide con il team hanno mostrato il suo lato peggiore. Adesso, invece, Ricciardo sta facendo un inaspettato ritorno a metà stagione in  AlphaTauri ed ha un altro nuovo compagno di squadra da confrontare. Tsunoda ha dimostrato una forma sempre piú brillante al fianco di Gasly nel corso del 2022.

La collaborazione con Ricciardo potrebbe peró gettare la stagione di Tsunoda in una luce diversa. Aver licenziato De Vries puó significare tante cose: in primis il fatto che il pilota non si é comportato come avrebbe potuto, allo stesso tempo potrebbe essere un modo efficace per testare la progressione del pilota giapponese.

Come sará la collaborazione con Ricciardo?

Tsunoda ha sicuramente dalla sua tre anni in Alpha Tauri e un’ottima conoscenza del team. Questo potrebbe giocare a suo favore nel riuscire a battere l’australiano sul bilancio di ció che rimane della stagione. Il che migliorerebbe seriamente la sua reputazione piú di qualunque tipo di vittoria su De Vries.

Allo stesso tempo, una vittoria di Tsunoda sarebbe un’ulteriore prova del fatto che Ricciardo non é piú il pilota di una volta. Un Ricciardo motivato  è un ottimo punto di riferimento per Tsunoda in pista e fuori pista e, se Ricciardo è al suo meglio, sarà difficile da battere. Ma se Tsunoda riesce a farlo significherà molto di più. Questo é dunque il punto nodale da cui trarre beneficio nella collaborazione col nuovo arrivato.

 

Federica Incatasciato

Siciliana, classe '97, a Torino. Ho una laurea magistrale in Ingegneria Biomedica. Sono perfezionista fino al midollo e super scaramantica, cerco di sfruttare sempre il mio tempo in maniera proficua per imparare più cose possibili. Mi piace leggere e scrivere di politica, storia, letteratura e Formula 1. Fin dal liceo ho coltivato la mia passione per le auto da corsa e in particolare per la Formula 1. Essendo un'ingegnere, della Formula 1 mi affascina molto tutto il lavoro che c'è dietro a quelle monoposto, frutto di studio, strategia e collaborazione all'interno del team.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio