Analisi della redazioneFormula 1

Ricciardo ancora non è convinto di poter eguagliare Norris

L’australiano della McLaren ha ancora qualche difficoltà nel comprendere al meglio la monoposto e soprattutto non crede di potersi equiparare al compagno di squadra

Il pilota della McLaren ha ancora diverse difficoltà nella gestione della sua MCL35M e per questo è convinto di non poter ancora eguagliare Norris

La stagione per il numero 3 della McLaren, non sembra essere cominciata al meglio. Nonostante l’australiano abbia più volte asserito che questo contratto con la scuderia inglese sarebbe stata la sua chance per vincere un campionato piloti, ancora riscontra diverse difficoltà. L’ostacolo principale per Ricciardo sembra essere proprio il non riuscire a eguagliare il suo compagno di squadra Norris.

In merito a ciò ha rilasciato diverse dichiarazioni dopo il Gran Premio di Monaco in cui è stato doppiato dal collega inglese: “Dopo un fine settimana come questo, sono sicuro che faranno i dovuti accertamenti e controlleranno tutto. Per quanto riguarda Norris continuerò a guardarlo e vedere cosa posso migliorare. Ma ci sono differenze sui dati. Ed è per questo che Lando è stato più veloce in quella curva”. 

Daniel quindi sembra trovarsi in difficoltà su alcune curve stando ai dati forniti dalla scuderia, il problema sembra risiedere proprio nella frenata differente, come citato dal pilota. Lo vedo, ma non sono convinto di poterlo fare. Quindi vedremo. Forse mi sto ancora abituando alla macchina”; l‘australiano parla anche di come questa situazione sia un deja-vu, probabilmente dei tempi della Red Bull e continua: “Sento che questo fine settimana è stato così lontano dalle mie capacità che anche una parte di me vuole solo staccare per qualche giorno”. 

A MONACO IL RISCATTO DI SAINZ E PEREZ, MA NON DI RICCIARDO

Nelle scorse gare si è fatto riferimento a come i “secondi” non stiano dando il meglio di sè. Si è discusso molto su come Perez stia facendo risaltare più Verstappen all’interno della Red Bull, o di come Sainz e Ricciardo stiano ancora prendendo confidenza con la monoposto. Tuttavia a Monaco, la situazione si è ribaltata. Carlos Sainz Jr segna il suo primo podio al volante della Ferrari, mentre Perez, partito da nono, finisce la gara quarto, subito dietro a Lando Norris.

Dunque già da questa breve analisi si può riscontrare che gli “scudieri”, anche se in ottica 2021 non si potrebbero definire tali, a Monte Carlo abbiano avuto un piccolo riscatto. Tutti tranne il numero 3 della McLaren, che ancora una volta, si è trovato in grave difficoltà nella gestione della vettura, soprattutto nei momenti critici della pista cittadina del Principato.

Ricciardo sta facendo molta fatica nel tentare di comprendere la sua monoposto, essendo questo il primo anno dentro la vettura arancione. Tuttavia anche Carlos Sainz Jr in precedenza ha affermato diverse volte di non riuscire ad avere molto feeling con la sua Ferrari, ma nonostante ciò, lo spagnolo ha mandato a segno il primo podio stagionale per la scuderia di Maranello.

Quali sono le differenze tra i due piloti? Se analizziamo bene la situazione, anche se è da diversi anni sulla griglia, Carlos ha un compagno di squadra della sua stessa scuola. Giovani e caparbi, Charles Leclerc e Carlos Sainz sono entrambi giovani, ed entrambi alle prime esperienze con un top team. Ricciardo si trova in squadra un compagno giovane, Lando Norris, che è della stessa staffa di Leclerc, Sainz, Russell, Verstappen, di una mentalità nuova rispetto all’australiano che combatte sulla pista già da un decennio.

Maria Sole Caporro

Maria Sole Caporro

Sono Maria Sole, romana e romanista, laureata in lingue e letterature. Sono da sempre appassionata di motori da quando fin dalla tenera età non potevo andare al mare la domenica perché i miei genitori dovevano vedere il GP. Cresciuta a pane e formula 1 con contorno di letteratura, sono qui per coniugare la mia voglia ed esigenza di scrivere e la passione per le monoposto.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.