DichiarazioniFormula 1

Renault: “Zhou e Lundgaard possibili opzioni”

Il team di Enstone è a lavoro per cercare il sostituto di Daniel Ricciardo per il 2021, con la possibilità di puntare ai giovani piloti del suo vivaio.

Daniel Ricciardo lascerà la Renault a fine 2020, per diventare il nuovo pilota della McLaren dal 2021. Il team di Enstone è alla ricerca di un valido sostituto. Tra i nomi più papabili, oltre ad Alonso, Vettel si pensa anche ai giovani piloti della Renault Sport Academy

Daniel Ricciardo ha deciso di lasciare la Renault a fine stagione 2020, per andare in McLaren. Il team di Enstone è quindi alla ricerca di un nuovo pilota per il 2021, in sostituzione dell’australiano.

Nonostante non si siano ancora disputate gare in questo 2020, Ricciardo ha anticipato la decisione di lasciare il suo attuale team a fine stagione. Una mossa che ad Abiteboul non è piaciuta.

Tra i nomi dei piloti papabili per il sedile della Renault lasciato vacante, ci sono i Campioni del Mondo Sebastian Vettel e Fernando Alonso. Tuttavia, lo stesso team anglo-francese ha fatto sapere di non avere fretta nel trovare il sostituto del pilota australiano.

Cyril Abiteboul ha commentato, dichiarando di voler tenere d’occhio le prestazioni in questa stagione di Formula 2, dei giovani piloti del vivaio Renault Guanyu Zhou e Christian Lundgaard.

Vogliamo vedere il ritmo di Guanyu Zhou e di Christian Lundgaard, ed il loro livello di competitività. Sarebbero delle fantastiche opzioni,” ha così commentato l’amministratore delegato della Renault a Motorsport.com.

“Mentre ne stiamo parlando, sembrerebbe un tantino audace come pensiero, ma chi lo sa? Con un’ulteriore stagione da disputare in Formula 2 per loro, sarebbe la cosa migliore da fare. E questo è in genere, il genere di cose che non siamo riusciti a decidere quando Daniel ha accelerato con quella decisione”.

ZHOU: “I PILOTI CINESI POSSONO FARE MOLTO BENE NEL MOTORSPORT”

Nel caso la scelta dovesse cadere su Guanyu Zhou, il 21enne diventerà il primo pilota cinese nella storia della Formula 1.

“Lo voglio. Non penso che ci sia stato qualcun altro dalla Cina, ad ottenere questo risultato. Ho fatto suonare l’inno nazionale cinese in F3 Europea ed ora vediamo la bandiera nazionale cinese sventolare in F2. Mi sento davvero orgoglioso per questo, dato che dimostra di cosa il popolo cinese sia capace,” ha così commentato Zhou.

“Credo che ciò che conta per davvero sia che il risultato parli da solo. Non appena i risultati arriveranno, tutti saranno consapevoli che i piloti cinesi possono fare molto bene nel motorsport”.

Guanyu Zhou a soli 21 anni, si appresta a disputare la sua seconda stagione in Formula 2, dove cercherà di ottenere la sua prima vittoria. Lo scorso hanno ha conquistato cinque podi, guadagnando il settimo posto in classifica.

“Il mio obiettivo è finire la stagione tra i primi tre, quattro, fin quanto mi permetta di ottenere i punti necessari per la superlicenza. Se dovessi presentarsi qualche possibilità, non vorrò mancare,” ha poi così concluso il pilota cinese nel corso di un’intervista rilasciato poco prima del Capodanno cinese.

Topics
Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button