Formula 1

Formula 1, un arcobaleno contro disuguaglianza e razzismo

Il Circus ha deciso di schierarsi a favore della lotta per l’integrazione, lanciando una campagna piuttosto significativa, che si pone l’obiettivo di diventare un punto di riferimento all’interno dei paddock

Un arcobaleno dai mille colori diventerà il simbolo ufficiale della Formula 1 nel corso del 2020, a favore della lotta alla disuguaglianza e al razzismo

Negli ultimi mesi i temi caldi sono stati diversi. Alcuni dei piloti del Circus, primo su tutti Lewis Hamilton, hanno fatto sentire la propria voce a favore di battaglie sociali che da anni calcano le testate giornalistiche. Tuttavia, quella che si appresta a iniziare, sarà per la Formula 1 una stagione carica di significati socio-culturali.

Proprio nelle ultime ore, infatti,  il Circus ha lanciato la sua nuova iniziativa: “We race as one”. Un nome più che esplicativo, che si schiera contro l’intolleranza delle disuguaglianze e del razzismo. Un messaggio forte e chiaro, un messaggio di uguaglianza e unità, che troneggerà anche su tutte le monoposto presenti in pista. Come? Semplice. Gli halo delle vetture verranno colorate con un arcobaleno, il simbolo scelto per dar voce a questa nuova iniziativa.

We Race As One
Credits: Formula 1 Official Website

UGUAGLIANZA, INTEGRAZIONE E SOSTENIBILITÀ

Questi sono i tre capisaldi che muoveranno l’intero progetto. In particolare, oltre alla lotta alla disuguaglianza e al razzismo, la Formula 1 si impegna anche a sostenere i lavoratori che hanno combattuto e stanno combattendo in prima linea contro il COVID-19. Una campagna, quindi, a 360°, che ha l’obiettivo di non restare confinata al 2020.

La Formula 1, infatti, ha fatto sapere di voler dare ampio spazio a questo messaggio, soprattutto per fare in modo che il razzismo e altri temi caldi non rimangano confinati alle discussioni attuali. Un passo in avanti che viene fatto, in particolar modo, dopo il suggerimento di Hamilton, secondo cui la Formula 1 avrebbe dovuto cambiare la propria essenza, per diventare molto più che una semplice categoria del motorsport.

Non sarà qualcosa di una settimana o di un anno, che sparirà quando spariranno i problemi. Sarà la base per una strategia che la Formula 1 intende adottare per marcare la differenza nel nostro sport e nella nostra società”. Queste le parole con cui è stata presentata l’iniziativa, che vedrà la luce già a partire dal Gran Premio d’Austria.

We Race As One 2
Credits: Formula 1 Official Website

LA NUOVA FORMULA 1 PARTE DALL’AUSTRIA

Il Circus non perde certo tempo per dare spazio alla diffusione di questo messaggio. Nello specifico, la prima gara del mondiale verrà interamente dedicata a chi a affrontato la pandemia a strettissimo contatto. Tuttavia, messaggi contro il razzismo e contro la disuguaglianza vedranno la luce già a partire dal primissimo appuntamento. Inoltre, proprio nel corso di questa settimana, la Formula 1 annuncerà dei cambiamenti, volti proprio a favorire la diffusione di questo messaggio.

Per la nostra prima gara in Austria, con l’appoggio dei team e dei nostri promotori, omaggeremo tutti i lavoratori essenziali del mondo, con un adesivo di un arcobaleno sulle vetture, con la scritta “We race as one”. Abbiamo scelto l’arcobaleno dato che è diventato un simbolo usato a livello internazionale durante la crisi della pandemia, che ha unito le comunità”.

Tra i cambiamenti e le idee suggerite,  ci sarebbe anche. Quella di creare una commissione che ascolti le persone nel paddock, in modo da cogliere suggerimenti su come migliorare la diversità e le opportunità offerte all’interno del Circus. Inoltre, per la Formula 1 sembra che il coronavirus sia servito per tirare fuori il lato umano dello sport. Proprio per questo, il Circus non correrà più nelle nazioni in cui non sono garantiti e rispettati i diritti umani.

Formula-1-Arcobaleno
Credits: Formula 1 Official Website

Pubblicità

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button