DichiarazioniFormula 1Test Barcellona

Racing Point: la nuova vettura in versione W10 fa discutere

Alcuni team sono rimasti infastiditi dal progetto “copia e incolla” della nuova monoposto britannica che ricalca la vecchia Mercedes

I rivali non ci stanno: la nuova Racing Point è la replica della W10

Ha suscitato scalpore la visione di una Racing Point che ha mostrato forme molto simili a quelle della Mercedes W10. La vettura posseduta da Lawrance Stroll ha copiato molte soluzioni presenti sulla Mercedes dello scorso anno. A partire dal muso, la vettura britannica si è chiaramente ispirata ai concetti della W10, andando a riproporre anche lo stesso sistema di raffreddamento, cosa resa possibile dalla stessa motorizzazione.

Molti team rivali non sembrano aver digerito bene tale soluzione, provocando diversi rumors all’interno del paddock. Andy Green, direttore tecnico della Racing Point, si è subito difeso: Lavoriamo nella galleria del vento Mercedes dal maggio dello scorso anno” – ha esordito a Auto Motor und Sport“Ha più senso seguire il loro concetto che costruire una Red Bull. Tutti gli strumenti e le procedure di prova nel tunnel Mercedes sono adattati a questo concetto“.

racing point 2020
Credit: Sercan_the_Entrtnr

Lo stesso Green ha pur ammesso: “Le sospensioni anteriori e posteriori e la trasmissione arrivano direttamente dalla Mercedes del 2019”. Una Racing Point che ha cambiato anche l’approccio in termini di assetto della nuova vettura: “Ritornare al vecchio principio era più facile che passare a (quello n.d.r.) Red Bull. All’epoca quello era un territorio completamente nuovo per noi. Abbiamo già tracciato una strada che ora stiamo riprendendo”.

In casa Racing Point sembrano essere piuttosto convinti che la nuova versione targata 2020 si rivelerà un deciso passo avanti, dopo un 2019 sottotono: “Se avremo i dati in linea, faremo un grande passo avanti.”  La rivoluzione apportata alla nuova monoposto sembra che prevederà aggiornamenti solo a partire dal primo Gran Premio di Australia, come conferma ironicamente Green: “Il nostro upgrade? E’ stata la nuova auto”.

Nella prima giornata di test sono scesi in pista entrambi i piloti, alternandosi tra mattina e pomeriggio. Sergio Perez ha ottenuto il mattinata il terzo tempo assoluto, a pochi millesimi dalla prestazione di Valtteri Bottas. Il suo riferimento è già più basso della miglior prestazione ottenuta nell’intera otto giorni di test lo scorso anno. Decimo tempo assoluto invece per Lance Stroll, in pista nel pomeriggio.

Pubblicità

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button