Formula 1Presentazioni F1

Presentazione Red Bull, Verstappen e Perez: “Il 2022? Una sfida per tutti”

Per difendere il titolo, il team di Milton Keynes potrà ancora contare sul pilota olandese e sul messicano, entrambi in scadenza di contratto a fine 2023

I fatti di Abu Dhabi, sono un lontano ricordo. La Red Bull ha ufficialmente lanciato il guanto di sfida alla Mercedes per la lotta Mondiale targata 2022

Dopo la Haas, la Red Bull ha deciso di battere sul tempi gli avversari per alzare i veli dalla RB18. L’obiettivo principale del team di Milton Keynes, per la stagione che prenderà ufficialmente il via in Bahrain, è chiaro: dovrà difendere il titolo conquistato nel 2020 e provare a battere la Mercedes, aggiudicandosi anche il Mondiale riservato ai Costruttori.
Per arrivare in meta, la Red Bull potrà ancora contare su Max Verstappen e Sergio Perez. Il pilota olandese, capace di interrompere un digiuno che durava dal trionfo di Sebastian Vettel nel 2013, ha un contratto che lo lega al team austriaco fino alla fine del 2023, esattamente come il suo compagno di box, Sergio Perez.

Chi ben comincia è a metà dell’opera

Cominciare da superfavorito non è sempre un fattore positivo. E questo sembra averlo capito bene Max Verstappen. Il 24enne, però, sembra avere le idee ben chiare su come affrontare questa stagione: “Come mi sento dopo aver vinto il campionato? Non c’è niente di diverso rispetto allo scorso anno. La pausa invernale è servita per ricaricare le batterie ma ora non vedo l’ora di tornare in auto e tornare a correre. Mi sento bene. Non mi sento addosso più pressione rispetto al 2021. Continuerò a fare semplicemente ciò che ho sempre fatto e nel modo nel quale l’ho sempre fatto.
Aspetto con ansia il giorno in cui scenderemo in pista con la nostra monoposto perché non sappiamo completamente cosa aspettarci e quindi sono entusiasta di vedere come si comporta sull’asfalto“, ha raccontato l’attuale Campione del Mondo in carica.

Il pilota olandese, esattamente come i suoi rivali, si troverà a fare i conti con il cambio regolamentare. La parola d’ordine è adattarsi il più velocemente possibile alla nuova monoposto: “Le novità che sono state introdotte a partire da questo anno saranno una bella sfida per tutti i piloti, non solo per noi. Durante l’inverno ho cercato di prepararmi nel migliori modo possibile e mi sento davvero pronto per tornare a correre – ha proseguito – Tutti avremmo bisogno di tempo ma il nostro obiettivo è adattarci velocemente alla vettura. Non è così scontato andare forte già al primo assaggio di pista. Attendo con ansia il momento in cui mi lascerò alle spalle la pitlane a bordo della RB18“.

Perez è l’arma in più di Verstappen?

Il pilota messicano in più di un’occasione, lo scorso anno, è riuscito a strappare punti importanti alla diretta concorrenza, favorendo così la corsa di Max verso il suo primo titolo: “È stato un anno intenso specialmente correndo per un team che stava lottando per il campionato. È stata una bella sfida – ha raccontato Sergio Perez in occasione della presentazione della vettura – L’anno scorso abbiamo dato il massimo fino all’ultimo giro e siamo pronti a fare lo stesso nel 2022. Questo è uno dei motivi per i quali non vedo l’ora di scendere in pista sulla nuova monoposto“.

Nonostante la Red Bull abbia dedicato gran parte delle sue risorse alla lotta per il titolo 2021, a Milton Keynes non hanno mai trascurato il progetto 2022: “Credo che questa stagione possa essere molto interessante. Quest’anno cominceremo da zero, tutti. Mi auguro che possa essere un campionato emozionante, coi piloti molto più vicini a livello di prestazione. Speriamo di essere più vicini in pista, per fare in modo che ci siano più occasioni di sorpasso – ha proseguito – Ci saranno molte cose che dovremmo imparare e alle quali dovremmo adattarci“.

Il campionato 2022 di Formula 1 potrà contare su un totale di 23 Gran Premi complessivi. Un numero così alto non si era mai visto: “Spero che potremmo offrire agli appassionati un grande spettacolo. La Formula 1 sta crescendo molto soprattutto a livello di appassionati. Con la situazione Covid attuale, mi auguro di poter vedere un numero maggiore di tifosi in circuito. Non vedo l’ora di poter respirare nuovamente quell’atmosfera di gioia“.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button