Formula 1Presentazioni F1

Red Bull, è il turno della RB18

Horner & Co. sono stati i primi fra le squadre di vertice a presentare la vettura che correrà la prossima stagione di Formula 1 (una delle più attese per via del tanto preannunciato cambio regolamentare)

Alle 17.00 ora italiana la Red Bull ha “svelato” la RB18. La nuova monoposto progettata dagli ingeneri capitanati da Adrian Newey a disposizione di Max Verstappen e Sergio Perez

Dopo Haas, Red Bull è la seconda squadra a togliere i veli presentando al pubblico il suo ultimo gioiello. Con la RB18 quelli di Milton Keynes puntano a strappare anche il titolo costruttori finito lo scorso anno fra le mani della Mercedes. Sarà quindi questa la monoposto con cui Max Verstappen tenterà di riconfermarsi. Va ricordato pure che il 2022 inaugurerà un ciclo completamente nuovo fatto da vetture del tutto rivoluzionate rispetto a quelle che ci hanno accompagnato negli ultimi otto anni. Motivo per il quale se possibile andare a scovare le soluzioni trovate dagli ingegneri diventa una sfida entusiasmante.

Una macchina che avrà a sua disposizione ancora un motore targato Honda, con i giapponesi che materialmente continueranno a supportare la scuderia austriaca in Formula 1 almeno fino al 2025. O così ha riferito di recente lo stesso Helmut Marko. Il coinvolgimento della casa di Hamamatsu continuerà, mentre il Red Bull Power Trains entrerà in azione solo a partire dal 2026.

UNA RB18 UN PO’… AMLETICA

Per la RB18 si è preferita un video proposto sotto forma di live in streaming sui principali canali social della squadra. Una presentazione decisamente in pompa magna rispetto alle poche foto che erano uscite per mostrare la monoposto americana, e che ci ha permesso di sentire per l’occasione le parole dei protagonisti. Ad introdurre l’evento c’è stata la conferma della promozione di Oracle come title sponsor, con immediatamente a seguire le dichiarazioni di Christian Horner, di Sergio Perez e di Max Verstappen.

Allo svelo la vettura è apparsa come il rendering mostrato dalla FIA mesi fa. Ed è normale (e assolutamente prevedibile) che Red Bull continui a nascondersi mostrando per la prima volta la RB18 solo allo shakedown di Barcellona. Tutta la presentazione ha girato principalmente intorno a come saranno le auto con il nuovo regolamento tecnico, e nulla è stato infatti delineato in merito alle novità tecniche che contraddistingueranno la monoposto progettata a Milton Keynes.

Perciò ancora una volta questa ha costituito la circostanza per mostrare perlopiù la livrea, che nel caso specifico si presenta con le medesime caratteristiche che oramai abbiamo imparato a conoscere. Nulla di nuovo per addetti ai lavori e appassionati che dovranno attendere la seconda metà di febbraio per riuscire a carpire qualcosa di più.

Silvia Quaresima

Il mio amore per la Formula 1 é sempre stato lì con me, fin da quando ho ricordo delle vittorie di Michael in rosso. Ma con il tempo è cresciuto così tanto che ora c’è voglia di esserne parte e di raccontarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.