Formula 1Regolamento

Possibile ingresso di nuovi team, ma si alzano le proteste

Stando alle voci che girano alcuni team potrebbero fare il loro ingresso sulla griglia di Formula 1, ma non tutti sono d’accordo

Come ben sappiamo, la categoria regina dei motori non si ferma mai, per questo potrebbe guardare al futuro grazie all’ingresso di nuovi team nella griglia, tuttavia non tutti sono d’accordo

Stando a quanto sta accadendo nelle ultime settimane, la Federazione sta apportando numerose modifiche al regolamento. Modifiche che hanno l’intento di rivoluzionare la Formula 1 come la conosciamo noi oggi, e che mira dunque a uno sport colmo di novità. Tra le novità presenti sul tavolo c’è l’ingresso di nuovi team all’interno della griglia, tuttavia alcuni team principal non sono d’accordo sulla scelta. Di fatti la Formula 1 ha una sorta di ‘fondo anti-diluizione’, che funge da ammortizzatore finanziario per tutte le spese annuali dei team. Il ‘fondo anti-diluizione’ infatti, viene diviso tra tutti i 10 team presenti sulla griglia e non solo quelli che hanno portato a casa punti.

Qualora dunque, si optasse per un nuovo ingresso in griglia il fondo non verrebbe più diviso per 10, causando così un minore tasso di ‘ammortamento’ per i team. Ragione per cui, i team presenti in griglia stanno spingendo per innalzare la ‘tassa d’iscrizione’  in modo da scoraggiare possibili nuovi investitori. Stando alle regole attuali la ‘tassa d’iscrizione’ per un nuovo team ammonta attualmente a $200 milioni, ma l’intento è quello di farla arrivare a $600 milioni.

Tra gli investitori presenti in prima linea per un possibile ingresso tra i team in griglia, vi è Michael Andretti. Il suo nome, potrebbe incrementare ancora di più l’interesse della Formula 1, per questo la Federazione non sembra intenzionata a chiudere le porte. Tuttavia, il processo di formalizzazione prevede una grande trattativa sul lato del fondo anti diluizione, messo in ballo dagli attuali team principal e proprietari. Per questo, il processo di formalizzazione del contratto potrebbe prevedere tempi piuttosto lunghi, con un accordo che entrerebbe in vigore comunque dal 2026 in poi.

Vittoria Vocino

Nata nel 2002, studentessa di Comunicazione e Giornalismo, contraddistinta da attitudine propositiva e sempre aperta alle sfide, con una proiezione professionale verso il mondo del motorsport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button