DichiarazioniFormula 1

Perez: “Uno dei giorni più tristi della mia carriera”

Il pilota messicano ha commentato la sua positività al Covid 19 attraverso un video rilasciato su Twitter

Sergio ha ripercorso le tappe dei suoi spostamenti, dal GP di Ungheria fino a Silverstone, ribadendo di aver seguito scrupolosamente i controlli e di non aver mostrato alcun sintomo

Reduce da quello che ha definito come uno dei giorni più tristi della sua carriera, Sergio Perez ha pubblicato oggi un video su Twitter nel quale ha parlato della notizia che ha sconvolto il paddock proprio alla vigilia del weekend di Silverstone. Il messicano, infatti, è stato risultato positivo al COVID-19 ed è stato quindi costretto a dare forfait. Il suo posto verrà preso da Nico Hulkenberg.

Dopo aver ringraziato tutti per il sostegno ricevuto, Perez ha ripercorso i suoi spostamenti dal GP di Ungheria fino a Silverstone, ribadendo di aver seguito scrupolosamente i controlli e di essersi recato in Messico con un volo privato per andare a trovare la madre, vittima di un incidente. Sergio non ha idea di come possa essere entrato in contatto col virus, e per ora non mostra alcun sintomo. Di seguito la traduzione del messaggio.

PEREZ: “SIAMO TUTTI VULNERABILI”

“Ciao a tutti. Come sapete, sono risultato positivo al covid-19. Sono molto triste, è senza dubbio uno dei giorni più tristi della mia carriera. Ci siamo preparati alla grande per essere al 100% in questo weekend, abbiamo un’ottima macchina e il team ha lavorato in modo fantastico. Sono molto dispiaciuto per quello che è successo, ma ciò dimostra quanto tutti noi siamo vulnerabili e fragili davanti a questo virus.”

“Ho seguito alla lettera tutte le raccomandazioni rilasciate dalla FIA. Ho preso un volo privato per andare in Messico a trovare mia madre per due giorni  perchè lei ha avuto un grave incidente, così quando ha lasciato l’ospedale ho finalmente potuto vederla. Poi allo stesso modo sono tornato in Europa  e mi sentivo bene, non so da dove posso averlo preso, anche perchè non ho sintomi”.

“Voglio ringraziare tutti i piloti per il supporto che mi hanno dimostrato, e con loro anche il team, gli addetti ai lavori, tutti gli appassionati. Per me è un momento difficile ma sono sicuro che tornerò più forte. Restate al sicuro e abbiate cura di voi e della vostra famiglia. Non possiamo abbassare la guardia in nessun momento. Un abbraccio a tutti“.

Danilo Tabbone

Pubblicità

Danilo Tabbone

Mi chiamo Danilo, ho 20 anni, vengo dalla Sicilia e studio all'Università di Palermo. La Formula 1 è la mia più grande passione, la seguo da quando ero bambino, e le emozioni che mi suscita sono parte integrante della mia personalità. Dal 2020 scrivo per F1world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button