DichiarazioniFormula 1

Sergio Perez confessa cosa si cela dietro le sue difficoltà nella guida della RB19

Il pilota messicano ha recentemente spiegato il motivo per cui le sue prestazioni in pista sono drasticamente cambiate, generando un enorme divario dal suo compagno di squadra Max Verstappen

Sergio Perez sta affrontando una delle stagioni più complicate da quando è in Red Bull, il pilota messicano si è mostrato in forte difficoltà in numerose gare a differenza del suo compagno di squadra che invece eguaglia record su record con la RB19

138 lunghezze, è questo il distacco tra Sergio Perez e Max Verstappen nella classifica piloti. Distanza che fa riflettere sia dentro che fuori dal paddock e che desta numerose opinioni. Il pilota #11 oltre le prime gare del mondiale dove riusciva a stare al passo del compagno di squadra (e in alcune gare a superarlo), è drasticamente calato di prestazioni. Tanti gli errori commessi da parte del messicano sia durante le qualifiche (dove in molte occasioni si è ritrovato fuori sin dal Q1 e Q2) e nel corso della gara.

Ma com’è possibile, che è un pilota che guida la stessa monoposto del leader in classifica abbia così tanti problemi? A levarci ogni dubbio, è stato proprio Sergio Perez durante una recente intervista. Ai microfoni di Sky Sports F1 ha difatti dichiarato:Nelle ultime gare ero un passo o due indietro e pensavo sempre a come avrei dovuto guidare la vettura. A volte il modo in cui è stata sviluppata la macchina non mi soddisfa molto, quindi devo lavorare di più per ottenere risultati

La seconda parte di questo campionato sarà la sua rinascita?

Penso che sia in Ungheria che in Belgio siamo stati bravi, salendo sul podio. Speriamo di poter mantenere questo slancio, perché alla fine abbiamo una grande macchina da corsa” riferendosi alla RB19. Nel corso dell’intervista, numerose sono state le domande in merito alle pressioni che il pilota messicano potesse nutrire a causa del suo compagno di squadra

sin dall’inizio di stagione c’era molta pressione. Sai avere una macchina competitiva ma quando vedi di aver vinto solo due gare c’è il rischio di perdere la fiducia. La verità è che se non hai piena confidenza con una macchina che supera i 300 km/h, questo comporta delle difficoltà ed è ciò che è successo a me” ha concluso Ci sono ancora molte gare a disposizione prima della fine del campionato che sembra ormai nelle mani di Max Verstappen. Sergio Perez riuscirà a riguadagnare la costante fiducia con la sua RB19 per poter puntare a nuove vittorie o il tracollo visto in numerose tappe di questa stagione sarà ancora persistente? Occhi puntati al prossimo appuntamento, Il GP di Monza.

Valeria Caravella

La formula 1 è sempre stata una costante nella mia vita, sin da quando la guardavo a cavalcioni sulle gambe del mio papà. Ad oggi c'è la sto mettendo tutta per rendere la mia passione, il mio lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio