Blog LifeDichiarazioni

Norris protagonista di un torneo di beneficenza

Il pilota McLaren prenderà parte a un’iniziativa su Twitch Rivals per raccogliere fondi a favore dell’Ente Mind, che dal 2020 collabora con il suo team

Lando Norris sarà protagonista di un evento online su Twitch con l’obiettivo di raccogliere fondi per “Mind”, l’ente per la salute mentale che collabora con McLaren dal 2020

L’evento Minecraft, che avrà inizio su Twitch Rivals il 3 marzo e durerà per tutta la giornata, prevede quattro fasi differenti. La prima, “The Walls”, dove i team sono divisi da quattro muri con l’obiettivo di distruggere il “core” dell’avversario; la seconda, la “Boat Racing”, in cui le squadre gareggiano su una pista di ghiaccio, facendo attenzione a evitare pericolosi ostacoli per non fare affondare la propria barca. Terza fase: “Bow Wash”, “una prova di equilibrio, tempismo e precisione in cui i partecipanti devono lanciare frecce ai loro rivali da piattaforme aeree”.

La quarta e ultima fase, la finale, vede poi le prime due squadre qualificate in un mondo di pavimenti precari su un vuoto sottostante. Come riporta F1i.com, Norris è stato uno dei protagonisti della Formula 1 che ha maggiormente contribuito a pubblicizzare i giochi online durante la prima grande quarantena del Coronavirus lo scorso anno. Lui e Albon, insieme a Max Verstappen e George Russell, sono stati infatti a lungo giocatori online assidui. Anche Charles Leclerc della Ferrari lo è stato, tanto che il suo nome compare tra quelli che hanno preso parte alla serie Virtual Grand Prix organizzata dalla FIA.

NORRIS: PRESTO UN TORNEO DI BENEFICENZA SU TWITCH

Lando Norris ha recentemente lanciato la sua squadra di Esports chiamata “Quadrant”, ma negli ultimi mesi ha ridotto molto le competizioni virtuali: “Ho chiesto a Max Verstappen durante il briefing del GP di Abu Dhabi se si aspettava di correre molto al simulatore questo inverno“, ha dichiarato Norris ad acingNews365.
Per me non sarà così perché trascorrerò molto tempo insieme alla mia famiglia“, ha continuato, “Non ho un simulatore dai miei genitori e quindi non credo che farò molte gare”.

Invece, Norris ha detto che sperava di utilizzare parte del suo tempo libero per lavorare ai progetti di caschi in collaborazione con il marchio Bell: “Mi aspetto che Bell mi mandi qualche altro casco”, ha commentato, “Mi piace realizzare modelli di caschi, quindi è bello che Bell me ne mandi alcuni”, ha concluso il britannico.
Norris e l’ex compagno di squadra Carlos Sainz hanno sfoggiato incredibili caschi replica al Gran Premio dell’Eifel 2020, basati sui modelli che avevano indossato a Silverstone.

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.