DichiarazioniFormula 1

Newey: “Perez una risorsa importante per Red Bull”

Il luminare dell’ingegneria ha sottolineato la risorsa dei commenti forniti dal nuovo pilota del team austriaco

Adrian Newey ha parlato dell’ingresso di Sergio Perez in Red Bull, analizzando l’importanza dei suoi pareri nello sviluppo della vettura

Il bilancio dopo la prima metà di stagione di Sergio Perez in Red Bull divide gli addetti ai lavori, tra i piacevolmente impressionati Adrian Newey. La vittoria conquistata a Baku non può essere sufficiente ad affibiare al pilota messicano un giudizio positivo, nonostante un chiaro step avanti rispetto agli ultimi ‘secondi’ della scuderia austriaca. Dopo lo sfortunato Gran Premio di Ungheria, Perez si trova pienamente in lotta per la terza posizione assoluta, contesa assieme a Valtteri Bottas e Lando Norris.

Secondo quanto affermato dell’ingegnere Red Bull Newey, il pilota ex Racing Point avrebbe portato all’interno dell’ambiente una prospettiva diversa. L’esperto tecnico britannico ha sottolineato l’importanza dei pareri forniti dai piloti, basati maggiormenti sulle sensazioni rispetto ai freddi dati consegnati dai sensori:

“Penso che una delle parti affascinanti di questo sport sia cercare di tenere conto dell’input umano in quello che altrimenti sarebbe un esercizio basato sui dati.”, dichiara al podcast Talking Bull. “Quindi sì, i loro commenti sono molto importanti e anche avere Sergio con noi quest’anno con la sua esperienza di altre squadre è molto utile.”

“Il fatto è che dai dati che misuriamo sull’auto, dalle centinaia di sensori che abbiamo su aerodinamica, dinamica del veicolo, eccetera. Questi ti dicono in qualche modo come si sta comportando l’auto. Ma è il pilota ad essere molto più bravo a dirti perché sta succedendo. Si tratta quindi di provare a correlare i commenti del pilota con i dati rilasciati dai sensori”.

Nella seconda parte di stagione sarà fondamentale per Sergio Perez migliorare la prestazione in qualifica. Se il passo di gara si è rivelato spesso soddisfacente, non sempre è stato lo stesso nel giro secco, aspetto dove tutti i recenti compagni di squadra di Max Verstappen hanno riscontrato le maggiori difficoltà.

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.