DichiarazioniFormula 1

Monoposto 2022: bocciate o approvate dai piloti?

Dopo le prime tre giornate di test sul circuito di Barcellona, alcuni piloti condividono le sensazioni avute al volante delle nuove vetture di questa stagione

Questa settimana i piloti hanno potuto avere il primo assaggio delle nuove prestazioni di quest’anno, e a test finiti rivelano le loro sensazioni iniziali

Ieri si sono conclusi i primi giorni di test pre-stagionali per il 2022, occasione in cui i piloti possono mettere per la prima volta alla prova la propria monoposto. Quest’anno più che mai, con il nuovo regolamento tecnico, il primo incontro con l’asfalto è stato di vitale importanza. Per poter comprendere le nuove possibilità o i difetti di queste vetture. Motorsport.com ha riportato le sensazioni di alcuni piloti dopo i primi giri in pista.

E’ piuttosto interessante.” ha ammesso Charles Leclerc, dopo aver guidato la sua F1-75. Il monegasco ha sottolineato come le nuove vetture riescano a restare più facilmente dietro a una monoposto inseguita: “Da tre secondi a un secondo dietro la monoposto davanti puoi effettivamente seguire più da vicino. Poi da un secondo a cinque decimi è di nuovo simile alla sensazione che ho avuto l’anno scorso. E poi dai cinque decimi è diventato molto meglio dell’anno scorso. E’ bello, è interessante. Voglio dire, dovrò fare qualche giro in più dietro una monoposto. Ma per ora va bene“.

LE MONOPOSTO 2022 SEMBRANO SODDISFARE I PILOTI

Anche Carlos Sainz ha speso qualche parola di soddisfazione riguardo alle nuove monoposto per il 2022: “Ho già sentito alcune differenze. E’ già abbastanza ovvio. E sono relativamente positivo al riguardo e ottimista sul fatto che penso stiamo andando nella giusta direzione“. Il campione del mondo in carica, invece, sottolinea come per i piloti sembra di riuscire a tenere la vettura più stabile e sotto controllo: “Ho seguito alcune monoposto e sembra che sia un po’ più facile rimanere dietro“.

Almeno non hai questa strana perdita di carico aerodinamico in cui improvvisamente hai molto sottosterzo o un massiccio sovrasterzo.” ha aggiunto Verstappen, “Certo, non mi aspetto che sia completamente sparito e che si possa seguire incollati al diffusore posteriore – per via delle velocità che stiamo avendo ora su una vettura di Formula 1. Ma sembra tutto un po’ più sotto controllo. Le vetture sono apposto“.

Anche Alexander Albon, ritornato in Formula 1 dopo due anni sabbatici, ha confermato le nuove potenzialità acquisite dalle monoposto di quest’anno: “Ho avuto un paio di giri dietro a Gasly. E’ bella la sensazione iniziale. Ovviamente non corro da un po’. Quindi è un po’ più difficile da quel lato. Ma sono rimasto sorpreso di quanto velocemente sono riuscito a rimanere all’interno di curva 2 e curva 3. La sensazione iniziale è positiva“.

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Studentessa di Lettere Classiche all'Università Federico II. Innamorata follemente della Rossa. Con la Formula 1 è stato amore a prima vista, e nulla riesce a emozionarmi come fa lei. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.