DichiarazioniFormula 1Gran Premio Portogallo

Mercedes: “Tempi vicinissimi; domenica sarà difficile”

Le Frecce d’Argento hanno dominato la giornata di venerdì, ma il weekend si prospetta impegnativo, visti i tempi degli avversari

Si accende, di nuovo, la lotta tra Mercedes e Red Bull. Forte vento e asfalto scivoloso le incognite del weekend

Una giornata all’insegna del dominio firmato Mercedes quella che si è appena conclusa in Portogallo. Ma, anche questa volta, come accaduto nei due GP precedenti, si tratta di una supremazia combattuta sul filo di un rasoio d’asfalto lungo solo pochi centimetri. Questa mattina, infatti, al termine delle FP1, appena 27 millesimi separavano il leader Valtteri Bottas dal suo primo inseguitore Max Verstappen. Storia simile per le FP2: Lewis Hamilton ha fatto segnare il miglior tempo con un vantaggio di 143 millesimi sul solito insidioso alfiere Red Bull alle sue spalle.

Sembra, dunque, delinearsi sempre più una sfida Mercedes-Red Bull senza esclusione di colpi… non che servisse questo terzo venerdì di prove libere della stagione a ricordarcelo. La scuderia di Stoccarda e quella di Milton Keynes si presentano come le principali pretendenti al titolo iridato 2021.

LEWIS HAMILTON: “GRIP MIGLIORE, MA TROPPO VENTO

Il sette volte campione del mondo ha particolarmente accusato il forte vento che si è abbattuto sul circuito di Portimao nel pomeriggio, che ha non poco disturbato l’aerodinamica delle monoposto: “Quest’anno l’asfalto offre un po’ più di grip, ma oggi è stato particolarmente ventoso, quindi credo che un po’ tutti stessero avendo problemi con il bilanciamento. Non c’è poi stata una grande evoluzione dell’asfalto tra una sessione e l’altra: man mano che si scalda, diventa più lento. Questa mattina mi è parso un pochino meglio, ma nel pomeriggio ha fatto più caldo e si è alzato il vento, quindi il tutto ha reso più complicato il trovare il giusto equilibrio della vettura”.

Buone le prestazioni, ma c’è ancora tanto lavoro da fare: “Credo che questo weekend saremo vicini. Non so come sia stato il giro di Max in FP2, ma il mio non è stato perfetto, ma abbiamo del tempo per cercare di migliorare, ma sono certo che anche la Red Bull lo avrà. Si è trattato di poco [distacco], come è successo anche nelle ultime due gare, quindi sono sicuro che saranno una qualifica e una gara interessante, ha inoltre aggiunto l’inglese.

PER MERCEDES SI PROSPETTA UNA DOMENICA COMPLICATA; BOTTAS: “FONDAMENTALE RISCALDARE BENE LE GOMME

Anche Valtteri Bottas sembra essere della stessa idea: “Come passo gara, non è stato un cattivo inizio; penso fossimo terzi, o giù di lì. Saremo vicini, senza dubbio. Provo più o meno le stesse sensazioni dello scorso anno: è un asfalto scivoloso e il posteriore della monoposto è abbastanza instabile in alcuni punti, quindi non è semplice fare un giro pulito. Per quanto mi riguarda, più la mescola delle gomme è morbida, più la vettura diventa insidiosa; la media sembra invece migliore”.

Il segreto per delle ottime qualifiche? Scaldare bene gli pneumatici: “Il tracciato è migliorato rispetto all’anno scorso, con un maggior grip. Domani sarà importante portare gli pneumatici in temperatura nel modo corretto, perché farà una grande differenza. Noi e la Red Bull saremo vicini e le posizioni potrebbero scambiarsi”, ha concluso il finlandese.

MERCEDES: “DOMENICA SARA’ DIFFICILE. RED BULL PERICOLOSA

L’ingegnere di casa Mercedes, Andrew Shlovin, ha riassunto la giornata di prove odierna, parlando del passo gara dei due piloti delle Frecce d’Argento. Bottas più sicuro sull’asfalto scivoloso; per Lewis qualche problema in più: “E’ stata una giornata interessante. La prima sessione è stata abbastanza impegnativa per il clima freddo; nel pomeriggio è stato più caldo ma il vento era forte e spostava le vetture, compromettendone il bilanciamento. Valtteri sembrava a suo agio nella monoposto; ha avuto un buon passo dall’inizio ed è stato in grado di mantenere un buon grip, il che gli ha permesso di fare delle utili prove di setup. Lewis, invece, ha avuto qualche problema con il posteriore e con lui avremo del lavoro da fare per migliorare questo aspetto”.

Passo gara molto simile tra le scuderie di punta e tempi vicinissimi. Domani e domenica, ci aspetta una lotta al millesimo: “A fine giornata, abbiamo trovato dei piccoli danni su entrambe le vetture, che ci sono costate qualcosa in termini di prestazione e sicuramente hanno negativamente influenzato il long run di Lewis. Ma, anche corretto questo aspetto, dobbiamo trovare un passo migliore. Il giro singolo sembra molto vicino a quello della Red Bull, ma anche la Ferrari era consistente e aveva un passo simile al nostro. Domani sarà di nuovo una lotta aperta. Anche i passi gara sembrano molto simili tra loro, quindi domenica avremo una gara eccitante”, ha concluso l’ingegnere Mercedes.

Insomma, sarà anche questo un fine settimana sofferto, tiratissimo. Il meteo prevede sole e asfalto asciutto per qualifiche e gara, ma, con queste premesse, l’adrenalina di certo non mancherà.

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.