Formula 1

Mercedes: nonostante i dubbi sul motore, scippa AMD alla Ferrari

La scuderia tedesca ha tutte le intenzioni di arrivare al massimo della forma già a Barcellona, per i test invernali

Andy Cowell, responsabile motori Mercedes, ha ammesso che mentre la scuderia tedesca stava sviluppando l’unità di potenza 2020, sarebbero sopraggiunti alcuni piccoli problemi nel sistema.

Nel caso in cui la Mercedes riesca a vincere nuovamente i Mondiali piloti e costruttori, in questa stagione la casa di Stoccarda arriverà a sette doppiette consecutive.
Se guardiamo l’andamento della scuderia tedesca in questi ultimi anni, potrebbe sembrare che nessuno abbia le carte in regola per battere il team diretto da Toto Wolff, eppure la preparazione della stagione 2020 ha portato dietro di sé alcuni grattacapi.

C’è ancora molto da lavorare a Brixworth (sede del dipartimento motoristico del team ndr). Molti miglioramenti da apportare a tutta la power unit, sull’ERS, sul motore a combustione interna. Come sempre, stiamo combattendo alcune piccole noie mentre assembliamo il tutto – ha raccontato Cowell attraverso i canali dei social media Mercedes – Così tanto lavoro per costruire le specifiche giuste, farle funzionare a lungo termine e quindi fornire unità di potenza ai team in modo che possano accendere le loro auto“.

LA MERCEDES SARÀ PRESENTATA IL 14 FEBBRAIO

Quanto gli intoppi siano reali o strategici non è lecito saperlo. L’unica cosa certa è che la Mercedes ha tutte le intenzioni di arrivare al massimo della forma già a Barcellona, dove si terranno le tradizionali sessioni di test invernali prima dello start a Melbourne: “Si tratta di preparare l’hardware per scendere in pista. La monoposto sarà presentata il 14 febbraio, avrà un naso rosso. Avremmo a nostra disposizione solo sei giorni di test, prima della prima gara in Australia. Si sta parlando di un momento davvero impegnativo della stagione dove dobbiamo cercare prestazioni e affidabilità mettendo assieme un’enorme quantità di hardware che dobbiamo spedire dalla parte opposta del mondo“.

AMD-MERCEDES: ACCORDO DI PIÙ ANNI

E intanto, nonostante i presunti intoppi riscontrati nel corso dell’inverno, la Mercedes si è assicurata un nuovo partner commerciale. Si sta parlando del colosso elettronico AMD.
La multinazionale americana, leader nel mercato di computing ad alte prestazioni, fino allo scorso anno era uno degli sponsor della Ferrari.

AMD e Mercedes, che hanno stipulato un accordo che durerà più di una stagione, condividono gli stessi ideali: la determinazione nell’innovare e l’interesse a vincere. Il logo dell’azienda statunitense sarà visibile su entrambe le vetture tedesche, su tute e abbigliamento dello staff del team e dei piloti: “Siamo felicissimi di aver potuto unire le nostre forze a quelle della Mercedes, una scuderia che non solo opera all’avanguardia nella tecnologia ma con la quale anche condividiamo lo spirito“, ha spiegato John Taylor, Chief Marketing Officer di AMD.

Grande soddisfazione per questo accordo è stata mostrata anche da Toto Wolff, team principal e CEO di Mercedes: “L’innovazione è il cuore della Formula 1 ed è per questo motivo che noi cerchiamo sempre di spingerci oltre i confini per migliorare costantemente le nostre prestazioni. Siamo felici che AMD abbia voluto unirsi al nostro gruppo e non vediamo l’ora di affrontare questa nuova sfida assieme“, ha concluso.

Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 32 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button