Formula 1Gran Premio Cina

Gran Premio di Cina, ufficiale: sospesa la tappa di Shanghai

La Federazione Sportiva ha fatto sapere che, per il momento, tutti gli eventi in programma per i prossimi mesi sono stati sospesi per via del coronavirus

Dopo la sospensione della gara di Formula E, è arrivata la decisione di limitare tutti gli eventi sportivi sul territorio cinese

Nelle ultime ore è arrivata la notizia che ormai circolava sul web da un paio di giorno: il Gran Premio di Cina rimarrà sospeso fino alla fine dell’espansione del coronavirus. Ad affermarlo è la Shanghai Sports Federation, che per tutelare la salute di piloti e appassionati ha preso in considerazione l’idea di annullare la gara.

Niente è ancora deciso in via definitiva, ma per il momento l’appuntamento sul circuito di Shanghai resta un’incognita. Nei giorni scorsi si era diffusa la notizia secondo cui si sarebbero potute invertire le date delle gare di Shanghai e Sochi, anche se ancora nulla è stato confermato o smentito.

È chiaro, tuttavia, che la diffusione del virus rappresenterebbe una minaccia per un gran numero di persone interessate a partecipare all’evento. In seguito al suo espandersi, infatti, il governo ha esteso la massima quarantena anche alla provincia di Zhejiang, proprio vicino a Shanghai. Proprio questo sarebbe il motivo per cui la Federazione Sportiva ha deciso di sospendere, per il momento, tutti gli eventi sportivi in programma.

MASSIMA CAUTELA PER IL GRAN PREMIO DI CINA

Ufficiale: Tutti gli eventi sportivi in programma a Shanghai saranno sospesi fino al termine dell’espansione dell’epidemia di coronavirus, di conseguenza il Gran Premio di Cina non avrà luogo questo aprile”. Questo è quello che si legge nel comunicato ufficiale emesso dalla Federazione Sportiva di Shanghai questa mattina, poi divulgato dall’agenzia Qian Jun.

Del resto, l’espansione della quarantena limiterebbe di molto le possibilità di movimento delle persone che accorrerebbero per prendere parte al weekend di gara. Questo impedirebbe quindi a chiunque di avvicinarsi al circuito, senza contare i rischi a cui andrebbero incontro. Nelle ultime ore, infatti, le restrizioni nei confronti della popolazione cinese sono diventate ancora più forti, proprio per impedire ulteriori contagi.

Tuttavia, nelle prossime ore il gruppo strategico della Formula 1 ha in programma un incontro per discutere il problema relativo al Gran Premio di Cina. Come annunciato pochi giorni fa, le soluzioni rimarrebbero annullare la gara o posticiparla. Il fatto di spostare l’appuntamento a questo autunno, tuttavia, rimane qualcosa di molto improbabile.

Oltre alla data di Sochi, potrebbe essere preso in considerazione anche il weekend di Suzuka. In questo modo, il GP di Cina cadrebbe una settimana prima di quello giapponese, il 4 ottobre. Questo, però, porterebbe piloti, team e addetti ai lavori ad affrontare quattro weekend consecutivi di gara: Singapore, Russia, Cina e Giappone.

Questa organizzazione sarebbe molto impegnativa e creerebbe non pochi problemi logistici. Di conseguenza, sebbene al momento si sia deciso per la sospensione degli eventi, la scelta definitiva verrà annunciata nei prossimi giorni, anche se il destino della tappa di Shanghai sembra già essere scritto.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close