DichiarazioniFormula 1

McLaren, Ferrari e Williams firmano il Patto della Concordia

Il team di Woking ha aperto le danze e poi sono arrivati gli annunci della Scuderia di Maranello e della squadra di Grove. Altri annunci sono previsti in questa settimana

McLaren, Ferrari e Williams sono state le prime squadre ad aver firmato il nuovo Patto della Concordia. Formula 1, FIA e team l’hanno redatto per le prossime cinque stagioni

La McLaren è stata la prima squadra del Circus ad aver ufficializzato la firma del nuovo Patto della Concordia, poi si sono aggregate Ferrari e Williams. Tale patto stabilisce la distribuzione degli introiti derivanti dai diritti commerciali della Formula 1 tra i team e sarà in vigore dalla stagione 2021 a quella del 2025. Il termine ultimo per la firma definitiva di tutte le squadre è fissato per fine mese. 

I dettagli di tale accordo non sono ancora stati divulgati. Ciò che è certo è che verte su tre aspetti fondamentali: sportivo, tecnico e finanziario. Con la sostenibilità alla base di tutto ciò. Al momento, le uniche due squadre che si sono recentemente pronunciate contro il Patto della Concordia sono Racing Point e Mercedes. Tuttavia, entrambi firmeranno comunque l’accordo. 

DICHIARAZIONI MCLAREN

La McLaren è soddisfatta delle nuove regole che verranno adottate. Zak Brown afferma che tali modifiche sono necessarie per il Circus in questo momento di crisi. Perciò ha affermato:“La Formula 1 ha compiuto un altro passo importante per un futuro sostenibile con questo nuovo accordo. Questo è l‘affare giusto al momento giusto per lo sport, i suoi proprietari, i suoi team e, soprattutto, i tifosi. Uno sport più equo è la decisione migliore per tutti: maggiore equilibrio nella condivisione dei ricavi tra tutte le squadre”.

 

A partire dal prossimo anno i team del Circus dovranno operare entro un limite di budget di 145 milioni di dollari e nel 2022 entrerà in vigore la nuova era delle monoposto che punta a rivoluzionare l’attuale era ibrida.“Ma anche una governance più chiara e semplice che mette lo sport al primo posto. Il nuovo accordo completa e si basa sul grande lavoro svolto negli ultimi mesi dalla Formula 1, dalla FIA e da tutti i team sui futuri regolamenti finanziari, tecnici e sportivi. Tutto ciò porterà ad avere una Formula 1 più competitiva, emozionante e sostenibile per le generazioni future” ha così concluso Zak Brown.

DICHIARAZIONI FERRARI

Louis Camilleri , CEO della Ferrari è soddisfatto di tale accordo. Perciò ha dichiarato: “Siamo lieti di aver firmato il Patto della Concordia, che regolerà la Formula 1 per i prossimi cinque anni. E’ un passo importante per garantire la stabilità e la crescita di questo sport. Siamo molto fiduciosi che la collaborazione con la FIA e la Liberty Media può rendere il Circus ancora più avvincente e spettacolare. Le corse sono nel DNA della Ferrari e non è un caso che la Scuderia sia l’unica una squadra che ha partecipato a tutte le edizioni del Campionato del Mondo di Formula 1. Diventando così parte integrante ed essenziale del suo successo, sia nel presente che nel passato ma, soprattutto, per il futuro”

 

DICHIARAZIONI WILLIAMS

Claire Williams è molto soddisfatta dell’accordo raggiunto, che prevede un grande progresso in materia economica e dovrebbe portare a una griglia più serrata in termini di prestazioni. Perciò ha dichiarato: “Il nuovo Patto della Concordia rappresenta un grande passo in avanti, sia per il Circus che per la Williams. Essendo una delle squadre più longeve di questo sport, siamo lieti della direzione presa dalla Formula 1 per il futuro”


“La nostra aspettativa, in linea con Liberty Media, è che il futuro sarà caratterizzato da gare più serrate ed entusiasmanti grazie alla nuove normative, che includono una distribuzione più equa delle entrate e un budget cup. Il patto è una pietra miliare importante nello sviluppo della Formula 1 e rappresenta anche una significativa opportunità per la Williams di continuare il suo viaggio di ritorno ai vertici della griglia”, ha così concluso Claire Williams.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati di navigazione, indirizzi IP anonimizzati e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.