DichiarazioniFormula 1

Lewis Hamilton: i retroscena di una stagione senza vittorie

Il sette volte campione del mondo rivela ai media le sensazioni derivanti dalla stagione appena conclusa e dal controverso finale di Abu Dhabi

Hamilton ha rivelato come la siccitá di vittorie della appena conclusa stagione lo abbia fatto dubitare delle sue prestazioni e di come il controverso finale di Abu Dhabi lo abbia fatto riflettere su un possibile ritiro

La stagione appena trascorsa non é stata semplice per Lewis Hamilton e per la Mercedes. Il team britannico non é stato in grado di eguagliare regolarmente il ritmo della dominante Red Bull ma, nonostante ció, ha concluso al terzo posto nel mondiale Costruttori.

In questo contesto, Lewis Hamilton ha impiegato tutte le sue forze per aiutare la Mercedes a tornare competitiva, ma ha anche confessato come piú volte abbia messo in dubbio le sue prestazioni. Parlando a Motorsport.com Hamilton ha detto: Certo. Sono solo umano. Se qualcuno nel mondo vi dice che non provo quelle sensazioni, sta sbagliando. Siamo tutti esseri umani”.

Inoltre, sebbene stia attualmente vivendo la sua più lunga siccità di vittorie in F1, non essendo salito sul podio dal Gran Premio del Qatar del 2021, il sette volte campione del mondo non si lascia sopraffare dalla negativitá. Il pilota afferma, infatti, di aver giá affrontato periodi difficili nella sua carriera. Nel 2009, la macchina era orribile. Abbiamo avuto una vittoria durante l’anno perché abbiamo avuto un secondo aggiornamento nella stagione. Poi 2010-11, anche non grandi anni”, ha affermato.

Il controverso finale di Abu Dhabi

Anche il controverso finale di Abu Dhabi, che é costato a Hamilton l’ottavo titolo mondiale, ha messo a dura prova lo stato mentale del pilota inglese. All’epoca scomparse completamente dai riflettori del pubblico e, sebbene dicesse che era determinato a tornare, ha ammesso che proprio in quel periodo ha pensato a un possibile ritiro.

“Certo, sì”, disse quando gli chiesero se un pensionamento istantaneo entrava nei suoi pensieri. É stato un periodo molto difficile. Penso, peró, che una delle cose peggiori che puoi fare è prendere decisioni basate sulle emozioni, perché il più delle volte non prenderai le decisioni migliori”.

Penso di aver imparato molto sul mio stato mentale e su come mantenerlo in un luogo solido e rimanere positivo, aggiungendo nuovi strumenti nella mia armeria in modo da poter continuare a fare quello che faccio”, ha concluso.

 

Federica Incatasciato

Siciliana, classe '97, a Torino. Ho una laurea magistrale in Ingegneria Biomedica. Sono perfezionista fino al midollo e super scaramantica, cerco di sfruttare sempre il mio tempo in maniera proficua per imparare più cose possibili. Mi piace leggere e scrivere di politica, storia, letteratura e Formula 1. Fin dal liceo ho coltivato la mia passione per le auto da corsa e in particolare per la Formula 1. Essendo un'ingegnere, della Formula 1 mi affascina molto tutto il lavoro che c'è dietro a quelle monoposto, frutto di studio, strategia e collaborazione all'interno del team.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio