DichiarazioniFormula 1

Leclerc non è sorpreso e non le manda proprio a dire

Non si può vincere per sempre, è strano ma è normale

Charles Leclerc non le manda proprio a dire, neanche quando si parla della scuderia più vincente degli ultimi dieci anni

Ormai abbiamo imparato a conoscere il predestinato del cavallino ed è risaputo che non ha peli sulla lingua. Domenica la grande delusione per il risultato finale sommata al ritiro per problemi tecnici del gran premio precedente, non ha faticato a trasparire, né nelle parole, né nei gesti. Un campionato che, al netto delle ultime vicende, ha ritrovato una Ferrari in forma, finalmente competitiva. Se durante le prime gare il vantaggio della scuderia di Maranello era netto, Red Bull ha già sicuramente fatto tanta strada implementando aggiornamenti efficaci.

Nel Gran Premio di Spagna, invece, abbiamo preso un abbaglio rispetto ai passi in avanti di Mercedes: quello che era sembrato essere un importante miglioramento in termini di performance non è stato confermato a Monaco. Il testa a testa fino all’ultimo giro dello scorso campionato, e il nuovo regolamento, hanno messo la parola fine all’era Mercedes. Charles Leclerc non sembra affatto sorpreso da questo declino come dichiarato a Motorsport.com “ad un certo punto ogni squadra smetterà di vincere”.

Oggettivamente l’onda positiva di una scuderia sembra essere piuttosto fisiologica in Formula 1. Prima dell’egemonia Mercedes è stata la volta della Red Bull con Sebastian Vettel e, ancora prima, dopo una rapida successione di titoli tra team e piloti, è stata la volta della Ferrari. Le importanti modifiche introdotte dal regolamento al termine della scorsa stagione, tuttavia hanno contribuito in maniera decisiva nel cambio al vertice.

Il trend negativo di Mercedes

Mercedes non è ancora riuscita a salire sul gradino più alto del podio dall’inizio del campionato. La nuova monoposto W13 sembra avere davvero grosse difficoltà a trovare un nuovo assetto performante. Nelle prime sette gare, le frecce argento hanno ottenuto solo tre podi occupando sempre il gradino più basso. Leclerc ha commentato le prestazioni degli avversari: “È sempre strano quando una squadra così dominante è nei guai all’inizio di una stagione”. È ancora più incredibile come “il nuovo arrivato” in casa Mercedes, George Russel, riesca ad essere costantemente migliore del sette volte campione del mondo.

Tuttavia, prosegue il pilota ferrarista, non è da escludere un rapido miglioramento della scuderia di Brackley poiché “Quello che hanno ottenuto in passato non è stato un caso. È il risultato di quando le persone giuste lavorano insieme” e Sì, hanno avuto un inizio di stagione difficile ma non ho dubbi che torneranno molto presto.” Leclerc conclude augurandosi che entrambi i piloti Mercedes tornino presto ad essere competitivi: “Hanno fatto un primo passo avanti a Barcellona e spero che tornino presto e gareggeranno con noi per le vittorie. Sarebbe emozionante per la Formula 1 vedere tre squadre darsi battaglia”.

Laura Bonacina

Precisamente e irrimediabilmente disordinata, ma assolutamente orientata nel mio marasma. Decisamente drogata di marketing, ma anche con i motori non scherzo. Ferrarista dalla nascita con un cuore nero azzurro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.