2019DichiarazioniFormula 1

Leclerc: “Forse sto guidando in modo troppo aggressivo”

Il pilota monegasco ha lamentato diversi problemi nella gestione delle gomme, sottolineando la necessità di trovare un compromesso tra lo stile di guida e l’aerodinamica della vettura

Tra episodi sfortunati e una monoposto poco competitiva, la stagione di Charles Leclerc in Ferrari non sta certamente proseguendo nel migliore dei modi.

Tuttavia, il pilota monegasco è riuscito a dare prova del proprio talento, dimostrando nervi saldi nelle situazioni più complesse e soprattutto una voglia di rivincita sempre più forte.

Una rivincita che Leclerc spera di concretizzare ottenendo la sua prima vittoria in Formula 1, finora mancata a causa di una serie di problematiche che gli hanno impedito di raggiungere questo tanto agognato obiettivo.

Le difficoltà nella gestione delle gomme

Un esempio di queste difficoltà ha ostacolato la sua gara proprio in occasione del Gran Premio d’Ungheria, che ha visto Leclerc chiudere in quarta posizione alle spalle del compagno di squadra.

Sul circuito di Budapest, il pilota della Ferrari ha sofferto diversi problemi nella gestione delle gomme, perdendo il ritmo soprattutto durante le ultime battute della gara.

Un aspetto che, invece, non sembra aver influenzato la performance di Sebastian Vettel, giunto terzo senza evidenziare particolari problemi di questo tipo.

Allo stesso tempo, però, si tratta di un elemento che lo stesso Charles ha individuato come una delle principali difficoltà con cui si trova a dover combattere dall’inizio del Mondiale.

C’è sicuramente qualcosa che Seb sta facendo meglio di me, soprattutto nei long run, dove lo pneumatico è maggiormente sottoposto al degrado. Credo di dover capire qualcosa dal mio punto di vista. Ho sempre dovuto lottare di più con le gomme e ho sempre un degrado più alto rispetto a quello di Seb”.

Il monegasco ritiene che la gestione scorretta degli pneumatici non dipenda solamente dall’aerodinamica della monoposto, ma anche dalla sua stessa modalità di guida.

Nonostante il feeling con la vettura, forse Leclerc deve ancora trovare il modo più corretto di rapportarsi con la SF90.

Forse sto guidando in maniera troppo aggressiva durante le gare, quindi devo capire, analizzare e provare a migliorare per i prossimi Gran Premi. […] Nelle ultime gare sono stato abbastanza veloce in qualifica, ma verso la fine della gara ho dovuto lottare di più”.

Come riporta Autosport, Charles Leclerc ritiene quindi di dover cercare di trovare al più presto un compromesso tra il suo stile di guida e il bilanciamento della monoposto, in modo da gestire al meglio le mescole.

Un elemento certamente da non sottovalutare, dato che l’appuntamento della domenica è l’unica occasione per il monegasco di segnare qualche punto importante per il team.

Le parole di Binotto

Inoltre, il fatto che Vettel sia apparso più esperto nella gestione della gara rispetto a Leclerc, è qualcosa che è apparso evidente anche agli occhi di Mattia Binotto, team principale della scuderia.

Seb è molto più forte nelle gare. È consapevole di dover rafforzare e puntare tutto sul suo passo gara. Quando commette degli errori come a Silverstone, non è il massimo, ma a parte questo sono molto contento. Ha esperienza e sa gestire le gomme. Penso davvero che sia il suo punto di forza”.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 25 anni, laureata in Comunicazione e laureanda in Web Marketing & Digital Communication. Sogno un futuro nel mondo dell'automotive, a stretto contatto con quella che è in assoluto la mia passione più grande. Sono decisa, determinata, curiosa: amo imparare e sono sempre alla ricerca di nuove sfide. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close