Analisi della redazioneFormula 1

La stagione 2020 di Formula 1 sarà ammazza-record

Hamilton, Leclerc, Verstappen e Raikkonen sono i principali indiziati per modificare i record del Circus che resistevano da anni

Manca nemmeno un mese all’avvio ufficiale della stagione di Formula 1. Il 19 febbraio, a Barcellona, si accenderanno i motori per la prima volta dell’anno e si inizierà a capire quali siano i reali valori in pista.

E proprio in occasione della stagione 2020 di Formula 1, lo stesso palmarès della categoria potrebbe subire non poche modifiche. Lewis Hamilton, Kimi Raikkonen, Max Verstappen o Charles Leclerc sono gli indiziati speciali.
Se l’inglese e il finlandese sono gli unici della lista a poter ambire di battere qualche record di leggende di questo sport, come Michael Schumacher o Ayrton Senna, l’olandese o il monegasco potrebbero strappare a Vettel l’impresa di diventare il Campione del Mondo più giovane nella storia della categoria.

NUMERO DI VITTORIE

Nel corso della stagione 2020 di Formula 1, Hamilton potrebbe battere il record di vittorie di Michael Schumacher. L’inglese, attualmente fermo a quota 84, per eguagliare il tedesco dovrà arrivare a 91 affermazioni personali.

Ma il campionato che sta per iniziare potrebbe permettere a Hamilton di raggiungere i sette titoli Mondiali conquistati sempre da Michael Schumacher. Il pilota della Mercedes è attualmente fermo a 6 allori iridati.

TITOLI COSTRUTTORI CONSECUTIVI

La Mercedes avrà una grande occasione nel 2020. Potrebbe battere la Ferrari e diventare la scuderia di Formula 1 col maggior numero di titoli Costruttori consecutivi. Ed è facile pensare che i tedeschi possano farcela: le Frecce d’Argento hanno dominato l’intera era ibrida fino ad oggi e prima della grande rivoluzione regolamentare del 2021, non è difficile immaginare che possano chiudere questa epopea in grande stile.

CAMPIONE DEL MONDO PIÙ GIOVANE

Leclerc e Verstappen non renderanno le cose facili a Hamilton e alla Mercedes. Il monegasco alla guida della Ferrari e l’olandese con la sua Red Bull, proveranno con ogni mezzo a battere il pilota inglese.

Attualmente il record di pilota più giovane che ha vinto un Mondiale appartiene a Sebastian Vettel, che vinse il suo primo titolo all’età di 23 anni e 134 giorni. Leclerc compie 23 anni a ottobre mentre Verstappen a settembre.

PILOTA CON PIÙ PODI

Lewis Hamilton è salito sul podio 151 volte in 250 Gran Premi di Formula 1 disputati. Un numero da sogno. Proprio nel 2020, l’inglese può superare i 155 podi di Michael Schumacher.

PILOTA CON RECORD DI GRAN PREMI AI QUALI HA PARTECIPATO

Kimi Raikkonen disputerà la sua 18esima stagione di Formula 1 nel 2020. Il pilota finlandese batterà così il record di Rubens Barrichello per essere stato il pilota che ha disputato il maggior numero di GP nella storia della categoria. Il brasiliano ha disputato 322 gare nel corso della sua carriera nel Circus mentre Raikkonen, dopo le prime dieci gare di quest’anno avrà già raggiunto il pilota di San Paolo.

PILOTA CON PIÙ GP CHIUSI IN ZONA PUNTI

Lewis Hamilton e Kimi Raikkonen possono battere un altro record di Michael Schumacher. L’inglese e il finlandese devono completare otto GP in zona punti per arrivare ad eguagliare i 221 del tedesco.

GP VINTI STANDO IN TESTA IN TUTTI I GIRI

E sempre Lewis Hamilton in questa stagione di Formula 1 potrà battere Ayrton Senna, suo idolo d’infanzia, se vincerà ancora un GP stando in testa dall’inizio alla fine.

PIÙ POLE NELLO STESSO GP

Lewis Hamilton, a Melbourne, potrebbe diventare il pilota che nella storia ha ottenuto il maggior numero di pole in occasione del Gran Premio d’Australia di Formula 1. L’inglese, che ne conta già otto sul tracciato dell’Albert Park, andrà a frantumare i record di Michael Schumacher e Ayrton Senna.

E sempre il pilota della Mercedes potrebbe eguagliare il Kaiser se riuscirà a trionfare nel GP del Canada e in quello di Ungheria.

Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 32 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button