Formula 1

La Red Bull gira senza l'ala anteriore: era l’unico esemplare disponibile

Foto: Alex Galli
Foto: Alex Galli

Inizialmente si pensava si trattasse di uno scherzo o di qualche trovata pubblicitaria. C’è stato anche chi ha insistito dicendo che stessero appositamente girando così con una pittura invisibile per vedere l’impatto dei flussi di aria sulla vettura. Niente di tutto questo! In Red Bull sono rimasti a corto di pezzi. Daniil Kvyat è uscito dai box di Jerez senza l’ala anteriore montata. Il pilota russo, dopo averla rotta in pista è rientrato nel garage visto che quello riparato sarebbe stato disponibile solo nella giornata di martedì e nonostante ciò, la Red Bull ha proseguito a racimolare chilometri utili, anche dal punto di vista di raccolta dei dati.

«Kvyat ha leggermente toccato il muro con l’ala, ma quanto basta per danneggiarla. Purtroppo per noi è l’unica assemblata al momento, il che è normale. Ci toccherà risolvere il problema nelle prossime ore o al massimo domani, ci stiamo lavorando», ha confidato Christian Horner a Autosport. Niente è perduto per la Red Bull che, prima del termine della sessione potrebbe comunque decidere di far ugualmente girare Kvyat come ha già in mattina.

Topics
Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 32 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button