DichiarazioniFormula 1

Incidente Grosjean, FIA dirama i dati

Le indagini della Federazione hanno definito che l’impatto di Grosjean è avvenuto a 241 km/h con una forza pari a 67G

La FIA ha concluso le indagini relative all’incidente in Bahrain di Grosjean, fornendo gli ultimi dettagli

Il GP del Bahrain dello scorso anno si è aperto con il terribile incidente di Romain Grosjean, che in poco tempo si è visto avvolto dalle fiamme, con la Haas VF-20 spezzata in due tronconi. La Federazione, dopo aver concluso le indagini, ha rilasciato gli ultimi dati sull’accaduto.

Dall’inchiesta è emerso che quando il pilota francese si è scontrato con Kvyat, la vettura viaggiava a 241 chilometri orari. In seguito, l’impatto è avvenuto a 67G e a 192 chilometri orari. Lo scontro ha deformato le barriere protettive del tracciato di Sakhir e la vettura si è divisa in due parti. In quell’istante il serbatoio del carburante si è rotto, rilasciando benzina e provocando un incendio. Si è trattato di un incidente terrificante e pauroso dal quale Grosjean è uscito quasi illeso.

ROMAIN, CHE PAURA

Dalle indagini della FIA è emerso che la bandiera rossa ha impiegato solo 5,5 secondi ad apparire dopo l’impatto. Invece, l’auto medica ha impiegato 11 secondi per raggiungere il luogo del crash, con Alan van der Merwe alla guida, mentre il pilota francese è riuscito a scendere dalla monoposto entro 27 secondi dall’incidente.

La vera impresa del weekend è stata portata a termine da Romain Grosjean, Alan Van Der Merwe e Ian Robertson. Il pilota francese, in breve tempo, è riuscito a mettersi in salvo slacciandosi le cinture e uscendo dalle fiamme. Sono state immagini spaventose che però ci hanno raccontano il coraggio, la forza e lo spirito di sopravvivenza di chi ha visto nelle mani amiche dei medici una speranza a cui aggrapparsi.

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.