DichiarazioniFormula 1

In arrivo “Lead the Charge”, il talent di Mercedes

L’iniziativa darà la possibilità ai concorrenti di lavorare all’interno del team nella stagione 2023

Il progetto si colloca all’interno di un percorso improntato alla sostenibilità ambientale

Il team Mercedes, in collaborazione con Akkodis, player globale nell’ambito della Smart Industry del Gruppo Adecco, lancia “Lead the Charge”, un nuovo talent program internazionale. Questa iniziativa offrirà ai candidati un’opportunità imperdibile: lavorare all’interno della squadra durante la stagione 2023 del Campionato mondiale di Formula 1. L’obiettivo di Akkodis e Mercedes è favorire la transizione di quest’ultima verso il Net Zero, attraverso l’abbattimento delle emissioni di anidride carbonica. L’intera Formula 1, del resto, sta cercando di orientarsi verso un futuro più sostenibile, o almeno così vuole far credere.

L’iniziativa vede coinvolti cinque paesi, ognuno dei quali deputato a selezionare un ragazzo e una ragazza per la fase conclusiva del talent. Al termine della sfida fra i dieci finalisti, il vincitore entrerà a far parte del team Mercedes per la stagione 2023. A chi si consiglia di candidarsi? Laureati, esperti di tecnica, appassionati di sostenibilità e amanti degli sport motoristici.

Le parole di Toto Wolff e del presidente di Akkodis

Il talent “Lead the Charge” è stato presentato da Toto Wolff, CEO di Mercedes. “Siamo molto contenti di annunciare questa iniziativa con il nostro partner, Akkodis”, ha dichiarato. “Ci stiamo impegnando per raggiungere il Net Zero, e Akkodis ci aiuterà a perseguire l’obiettivo mettendoci in contatto con giovani candidati di talento che vogliono avere un loro impatto sul mondo del futuro. Siamo convinti che questo programma saprà chiamare a raccolta talenti di livello mondiale, motivati a contribuire al nostro successo sia in pista che fuori”.

Le parole di Wolff sono state integrate dalle dichiarazioni di Jan Gupta, presidente di Akkodis. “In qualità di attori globali della Smart Industry”, ha spiegato, “stiamo cercando di progettare un futuro più intelligente e sostenibile. I nostri partner del Mercedes-AMG Petronas Formula One Team sono all’avanguardia della sostenibilità nel contesto del motorsport mondiale. Per questo, siamo orgogliosi di poter dare loro una mano nel percorso verso il Net Zero. Grazie al nuovo programma globale, metteremo a loro disposizione la nostra squadra di talenti. Fra questi, selezioneremo un candidato di eccellenza, che sarà coinvolto attivamente nella realizzazione degli obiettivi del team. Daremo al candidato più meritevole un’opportunità unica per accelerare lo sviluppo della sua carriera, mettendolo in pole position”, ha concluso simpaticamente Gupta.

Alessandro Bargiacchi

Sono toscano doc, nato a Firenze nel 1992. Adesso vivo in Casentino. Ho una laurea triennale in scienze politiche e una magistrale in semiotica. Adoro la musica e il teatro, così come lo sport, e a queste passioni cerco di dedicare tutto l'impegno e il tempo possibile. I miei primi ricordi legati a un Gran Premio 1 risalgono a Silverstone 1999, alle immagini sbiadite di Schumacher che colpisce violentemente le barriere di protezione. Negli anni, crescendo e cominciando a capire un po' meglio come funziona una gara automobilistica, sono diventato un vero appassionato di Formula 1, con un sincero amore sportivo nei confronti di Kimi Räikkönen, che ho avuto la fortuna di tifare per 20 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio