DichiarazioniFormula 1Gran Premio Emilia Romagna

Imola, l’autodromo verrà isolato il martedì che precede la gara

Le autorità locali creeranno una sorta di “bolla” in modo da evitare l’afflusso di curiosi intorno alla zona e bloccare ogni possibile focolaio di coronavirus durante il weekend di gara

SUBITO DOPO PASQUA, LIBERTY MEDIA GIUNGERÀ IN EMILIA-ROMAGNA. AVRÀ QUINDI INIZIO LA BOLLA CHE ISOLERÀ L’AUTODROMO DAI NON AUTORIZZATI ALL’ACCESSO

A Imola e all’autodromo Enzo e Dino Ferrari è tutto pronto per ospitare la seconda tappa del campionato del mondo di Formula 1 2021. Per il secondo anno di fila, il Gran Premio dell’Emilia Romagna sarà blindato, con l’accesso consentito esclusivamente agli autorizzati, che dovranno consegnare un certificato di tampone negativo effettuato entro quarantotto ore.

Subito dopo Pasqua, gli uomini e le donne di Liberty Media sbarcheranno nella regione dell’autodromo dove, insieme alle autorità di Imola, inizieranno a organizzare l’evento. Congiuntamente stileranno i protocolli per permettere la riuscita dell’evento con il maggior grado di sicurezza possibile.

Con l’arrivo in città dei vari team, attesi per il venerdì della settimana del Gran Premio, l’area dell’autodromo verrà protetta da una sorta di bolla. Come spiega, al Corriere Romagna, l’assessora Elena Penazzi, all’interno del circuito potranno entrare solamente i team, i dirigenti di Liberty Media e una ventina di invitati. Tra questi, dovrebbero essere inclusi anche il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, e il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

IMOLA E GLI ACCESSI ALL’AUTODROMO

Oltre ai protocolli che stilerà l’Amministrazione comunale di Imola, per accedere all’autodromo si dovrà fare riferimento alle regole imposte dalla FIA. Secondo quest’ultime, gli autorizzati all’accesso dovranno effettuare un tampone molecolare ogni quarantotto ore. I pass rilasciati potranno essere annullati in caso di positività al coronavirus.

Una novità positiva, come sottolinea l’assessora Penazzi, è che la maggior parte del personale dei team, a differenza del 2020, giungerà in Italia immunizzato. Il Bahrain, infatti, Stato che ha ospitato la prima gara del mondiale, ha vaccinato i componenti dei vari team che hanno fornito la disponibilità.

STOP AI CURIOSI NEI PRESSI DELL’AUTODROMO

L’anno scorso, nei pressi dell’autodromo, le autorità locali avevano permesso la circolazione, seppur limitata. Per questo motivo, diversi curiosi erano riusciti, nei punti più vicini ai confini dell’autodromo, a seguire prove e qualifiche. Nel corso del Gran Premio del 18 aprile, invece, i curiosi non potranno sbirciare da nessuna parte, a causa della bolla creata dall’Amministrazione e da Liberty Media.

Amedeo Barbagallo

Catania, 2001. Studio Filosofia e curo un Blog. Collaboro con F1world. Sono l'autore del libro "I ragazzi che salvarono il mondo", Santelli Editore.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.