Curiosità dalla F1Formula 1

Il padre di Senna ci ha lasciati all’età di 94 anni

La notizia è stata condivisa dai canali social ufficiali del tre volte campione del mondo

Il padre di Senna, che per primo scommise sul talento del figlio divenuto leggenda del Motorsport, è deceduto questo mercoledì

Milton Guirado Theodoro da Silva, conosciuto per essere il padre di una delle figure più importanti del nostro sport, è deceduto questo mercoledì 27 ottobre. Così come annunciato dai canali social ufficiali del pilota. L’ufficio stampa dell’Ayrton Senna Institute conferma le cause naturali della morte. “Milton Guirado Theodoro da Silva, padre di Ayrton Senna, è morto questo mercoledì. Le nostre sincere condoglianze a tutta la sua famiglia e i suoi amici. Grazie, Miltao!” ha condiviso su Instagram l’account ufficiale del pilota brasiliano.

Nato nel nord di San Paolo, il padre di Senna iniziò a lavorare nella compravendita di automobili. Nel tempo, ha accumulato capitali ed è stato in grado di investirli aprendo una propria industria metallurgica. Investì anche nell’edilizia, nell’acquisto di fattorie e bestiame ed è stato distributore ufficiale del marchio Audi nel suo paese. Sposò Neyde Joanna Senna, madre di Ayrton. E i due ebbero, oltre al tre volte campione del mondo, i figli Viviane e Leonardo

Milton voleva che il figlio Ayrton lo aiutasse nell’azienda di famiglia. Ma ben presto si rese conto del naturale talento di suo figlio e investì per la sua carriera sui kart. Mai decisione fu più giusta: prima di quel tragico 1 maggio 1994, hanno potuto festeggiare insieme 80 podi, 65 pole position, 41 vittorie, 19 giri veloci e tre titoli iridati. Dopo la morte di Senna, suo padre instaurò un forte legame con Alain Prost. Se prima tra i due c’era solo un profondo rispetto, il rapporto continuò a crescere. E Milton aiutò perfino il pilota nel progetto Prost GP.

 

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Sono appassionata di letteratura e di teatro, e studio per poter specializzarmi in questi due campi. Con la Formula 1 e i motori è stato amore a prima vista. Tifosa della Rossa nonostante tutto, la Formula 1 è tra le cose che più mi emozionano al mondo. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.