DichiarazioniFormula 1

Heidfeld: “Spero che Alonso torni in F1”

Secondo l’ex pilota, l’asturiano è uno dei migliori nella storia del Circus e avrebbe meritato più titoli

Nonostante sia lontano dal Circus da quasi due anni, Fernando Alonso continua a dividere tifosi e paddock. E le voci su un suo rientro continuano insistentemente

Nick Heidfeld, ex pilota che ha corso in F1 per circa un decennio, ha definito Fernando Alonso come uno “dei migliori nella storia”. Oltre ad averlo elogiato per le straordinarie doti dimostrate nel corso degli anni, il tedesco ha rivelato di volere un ritorno del pilota di Oviedo, così da andare alla ricerca del suo terzo titolo iridato. La voce dell’ex Bmw, Sauber e Lotus dunque, si aggiunge a quelle che vorrebbero un rientro dell’asturiano nella Scuderia Ferrari, in sostituzione di Sebastian Vettel.

E’ la persona che più desidero rivedere in Formula 1. Mi piacerebbe vederlo perchè è senza dubbio uno dei migliori. E’ stato campione del mondo, ma avrebbe meritato più titoli”, ha osservato nel podcast ufficiale Formula 1 Beyond The Grid. “Fu fantastico gareggiare con lui. Era estremo sia dentro che fuori dalla monoposto. Ci sono state storie che non hanno giocato a suo vantaggio. E’ il pilota che più mi è piaciuto in pista. Era molto pulito, ma anche tanto duro”.

DURO MA LEALE

Heidfeld ha poi raccontato un anedotto tra i due, un incidente durante il GP di Monaco del 2008. Durante quella gara, lo spagnolo stava cercando disperatamente il podio sotto la pioggia e finì per scontrarsi proprio con il tedesco.Ricordo che una volta a Monaco mi colpì. Avevo gli pneumatici ancora freddi e lui aveva bisogno di passarmi. Cercò un approccio diverso. Lo accettai, ma in altre occasioni è sempre stato molto pulito”, ha ricordato. In seguito, Alonso ammise le sue colpe: “Fu colpa mia, un rischio troppo azzardato. Avevo una possibilità su mille di passarlo”.

Heidfeld ha poi speso buone parole anche su Vettel, che debuttò in sostituizione di Robert Kubica nel GP degli Stati Uniti del 2007 proprio come compagno di Nick. “Sottovalutai Sebastian. Non avrei mai immaginato che avrebbe vinto così tanti mondiali. Fece bene al suo debutto (gara con cui diventò il pilota più giovane a far registrare punti), ma in qualifica non mi aveva battuto.  Non possiamo fare paragoni tra noi, era solo una gara”.

Topics
Pubblicità

Alberto Lanzidei

Mi chiamo Alberto, ho 24 anni e la mia passione sono le automobili. Seguo con attenzione il mondo delle corse e in particolare la Formula 1, massima espressione del motorsport. Sin dall'adolescenza il mondo dell'informazione sportiva attirava la mia curiosità, senza immaginare che un giorno ne sarei entrato a far parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close