DichiarazioniFormula 1

Hamilton: “Voglio lasciare solo cose positive dopo il mio ritiro”

Il pilota britannico si augura di tramandare solo il meglio della sua carriera quando arriverà per lui il momento di ritirarsi dalla Formula 1

Lewis Hamilton si aspetta di lasciare solo cose altamente positive quando si ritirerà dalla Formula 1. Ciò nonostante, afferma che non è eccessivamente preoccupato per questo e preferisce godersi i bei momenti che lo sport gli regala

Lewis Hamilton ha ottenuto il suo sesto titolo iridato in questa stagione, gliene manca soltanto solo per eguagliare il record di Michael Schumacher. Inoltre, il pilota britannico ha dominato completamente l’era ibrida, poiché ha vinto il 51% dei Gran Premi dal 2014. Il suo contratto con la Mercedes termina alla fine del 2020 e alcune voci recenti lo collocano in Ferrari nel 2021. Lewis Hamilton non è preoccupato per il suo futuro e la sua unica intenzione è quella di lasciare un’eredità positiva quando arriverà il momento del suo ritiro.

“Non spreco molta energia o non ci penso troppo. Penso che naturalmente, le cose che sto facendo lasceranno qualcosa di positivo alle persone quando si parlerà di me. Cerco di assicurarmi che l’eredità sia positiva ma non è il momento di concentrarmi su di essa”, ha così dichiarato il pilota britannico del team di Brackley nelle dichiarazioni rilasciate per il portale web GP Today; aggiungendo poi che preferisce godersi il buon momento che sta vivendo in questo sport e ciò che ha realizzato durante la stagione con i suoi cari.

E’ IMPORTANTE PENSARE AL PRESENTE SECONDO IL BRITANNICO

“Non so a che età puoi dire di avere un’eredità. Sto solo cercando di assicurarmi di godermi questi momenti e, alla fine della stagione, provare a sedermi ai piedi del camino con mio nipote e mia nipote che mi saltano addosso mentre penso a quanto sia stato fantastico l’anno”, ha così affermato Lewis Hamilton che è anche consapevole del fatto che i risultati conseguiti da un pilota possono essere apprezzati in modo diverso.

Pertanto ha sottolineato la necessità di pensare al futuro a breve termine e di non preoccuparsi del futuro. “Penso che sia davvero importante goderselo, perché non sappiamo cosa ci riserverà il futuro, quindi non posso rimanere troppo assorbito pensando al lungo termine. Tutto quello che posso fare adesso è pensare al presente e a godermi il futuro a breve termine”, ha così concluso il sei volte Campione del Mondo.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button