DichiarazioniFormula 1

Hamilton in Aston Martin nel 2022? Non sembra utopia

Lawrence Stroll non si sofferma soltanto sul futuro del britannico, ma spiega quanto la mentalità vincente di Vettel sia un bene per il team e difende il figlio dalle critiche

Il proprietario dell’Aston Martin Lawrence Stroll ha ammesso che è allettante che Lewis Hamilton non abbia un contratto con la Mercedes oltre il 2021

Il canadese riconosce che tutti vorrebbero avere l’inglese nella propria squadra. Hamilton ha rinnovato con la Mercedes soltanto per un’altra stagione. Pertanto, nei prossimi mesi il dibattito sul suo futuro continuerà a essere aperto per l’anno in cui entrerà in vigore il nuovo regolamento, il 2022. Considerato che l’impegno con il suo attuale team terminerà alla fine del 2021, Lawrence Stroll non esclude la possibilità di fare a Lewis Hamilton un’offerta per averlo all’Aston Martin.

“E’ decisamente allettante. Lewis con qualsiasi monoposto è fantastico. Sono sicuro che tutti sarebbero favorevoli a un suo eventuale approdo in qualsiasi team perché è un sette volte campione del mondo”, ha dichiarato Stroll all’agenzia di stampa PA. L’Aston Martin presenterà la monoposto AMR21 il 3 marzo. Il canadese ha affermato che è concentrato al 100% sull’immediato futuro e ritiene che il ritorno del team nel Circus sia un bene per lo stesso sport. “In questo momento sono estremamente concentrato sull’inizio di questa stagione. Il ritorno dell’Aston Martin in Formula 1 è la cosa più emozionante che sia successa a questo sport negli ultimi decenni”.

LA MENTALITA’ VINCENTE DI VETTEL E LE CRITICHE RICEVUTE DA LANCE

Per un ritorno in grande stile hanno deciso di avere in squadra Sebastian Vettel, che avendo un contratto “dal 2021 in poi”, fa intendere che la durata è pluriennale. Stroll crede che il tedesco trasmetterà al team la mentalità vincente tipica di un campione del mondo. “Questa squadra ha fatto molte belle cose, ma non è ancora riuscita a ottenere il titolo iridato. Sicuramente Seb trasmetterà al team la mentalità, la metodologia, l’etica del lavoro e la pianificazione tipica di un campione del mondo. Ciò ha un valore inestimabile per noi“.

Per quel che riguarda Lance Stroll, suo padre l’ha difeso pubblicamente sottolineando che “ci sono persone invidiose che vorrebbero essere nella sua posizione”. Tuttavia, ci ha tenuto a precisare che nessuno dei due presta attenzione alle molteplici critiche ricevute. “Penso che Lance abbia un talento immenso. Non ho dubbi sul fatto che abbia dimostrato di avere la stoffa tipica da campione del mondo. Basta pensare a come ha ottenuto la pole in Turchia, non tutti avrebbero potuto fare la stessa cosa”, ha così concluso Stroll, soffermandosi così non soltanto su un eventuale approdo di Hamilton in Aston Martin.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.