DichiarazioniFormula 1Gran Premio UngheriaOrari TV F1

GP Ungheria: Red Bull pronta a lottare con la Mercedes

Il team con sede a Milton Keynes si aspetta di poter chiudere il gap con la Mercedes già al prossimo appuntamento in Ungheria.

La Red Bull è pronta ad affrontare la Mercedes sulla pista dell’Hungaroring, grazie al potenziale della loro vettura in curva.

Il team con sede a Milton Keynes ritiene di poter ridimensionare il gap con la scuderia tedesca già dal prossimo appuntamento. La Red Bull aveva sperato di poter affrontare la Mercedes sul circuito di casa nei primi due eventi del mondiale, ma si sono mostrati troppo lenti. Infatti, Max Versteppan si è classificato terzo, dietro a Bottas e al vincitore Lewis Hamilton.

Dai dati analizzati durante le gare in Austria sono emersi segnali positivi sulla RB16, in particolare sull’ottimo comportamento della vettura nella percorrenza delle curve lente. Proprio per questo motivo, ritengono che sul circuito ungherese possano essere più competitivi e vicini alla Mercedes.
Infatti, Christian Horner ha suggerito che il vantaggio delle Frecce d’Argento fosse principalmente da attribuire alla velocità di punta sui rettilinei, sottolineando anche come le performance in curva siano più simili.

Ci sono alcune curve in cui siamo migliori, altre in cui non siamo altrettanto bravi. Certamente su questa pista (Red Bull Ring) la loro velocità sui rettilinei è stata impressionante, hanno lavorato molto bene durante l’inverno” ha confermato il team principal della Red Bull.

“SPERIAMO DI BATTERLI IN UNGHERIA”

L’ingegnere capo della Red Bull, Paul Monaghan è fiducioso in vista della prossima gara, che si terrà questa domenica in Ungheria. Infatti, ha così dichiarato: L’Hungaroring è un circuito diverso dal Red Bull Ring. Ha un rettilineo, molte parti tortuose e la velocità in curva è inferiore. In genere, l’Ungheria è meno afflitta da condizioni meteorologiche instabili rispetto all’Austria che è vicina alle Alpi. Solitamente c’è più vento, quindi si tratterà di affrontare sfide diverse. Chissà, potremmo andare meglio lì. Ci riprenderemo, aggiorneremo la macchina nel miglior modo possibile, andremo lì e proveremo a lottare sperando di batterli”.

Infine ha riconosciuto il valore degli avversari elogiandoli così: “La Mercedes negli ultimi anni qui ha sottoperformato. Anche venerdì hanno lottato per il caldo. E’ stato molto bello e hanno fatto una gara ottima quindi hanno meritato il risultato. Erano la squadra migliore e lavoreremo ancora di più per cercare di colmare il gap”.

Pubblicità

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati di navigazione, indirizzi IP anonimizzati e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.