DichiarazioniFormula 1Gran Premio Ungheria

GP Ungheria, Mercedes: “Passo gara soprendente”

Le Frecce d’Argento sono arrivate in Ungheria da regine del bagnato, ma Hamilton spera nel sole. Buono il passo gara

Nella giornata di ieri, Mercedes ha tenuto il solito profilo basso del giovedì, parlando di una Red Bull favorita all’Hungaroring. Ma con le condizioni meteo avverse, il Team guidato da Wolff è parso più smagliante che mai: una prima sessione di Prove Libere dominate da un passo gara stratosferico, con mescola media e hard

Un venerdì mattina scandito dai tempi record dei due piloti Mercedes, che volano sulla pista ungherese, teatro del terzo appuntamento della stagione, al quale è poi seguita una seconda sessione un po’ anomala a causa dell’abbondante pioggia che si è abbattuta sull’Hungaroring. E’ senza dubbio una Mercedes che fa ancora più paura agli avversari, dopo la magica performance dello scorso GP di Stiria.
La seconda sessione di Prove Libere non ha invece fornito dati così consistenti, con circa mezza griglia che non ha fatto segnare alcun tempo, a causa della difficile percorribilità della pista, inondata da pioggia insistente.
Il meteo instabile sarà dunque un’importante incognita in ottica qualifiche e gara, che potrebbe riservare interessanti sorprese o dare ulteriori conferme.

 

View this post on Instagram

 

Super Mercedes nella prima sessione di prove libere @lewishamilton e @valtteribottas davanti alle due @racingpointf1 Mercedes top after the first session in Hungary ahead Racing Point

A post shared by . (@f1world) on Jul 17, 2020 at 6:28am PDT

LEWIS HAMILTON E L’AMORE DEI TIFOSI

In occasione della conferenza stampa di ieri, il pilota britannico aveva espresso tutta la sua ammirazione nei confronti dei suoi tifosi magiari che, nonostante il distanziamento sociale e le difficili condizioni di questo periodo, non hanno rinunciato a fargli un saluto in aeroporto al suo arrivo in città. Calore e vicinanza che non sono certo passati inosservati al sei volte campione del mondo, che ha ricambiato le dimostrazioni d’affetto con messaggi di ringraziamento sui suoi profili social.
D’altronde, l’Ungheria è una terra particolarmente cara a Hamilton, dove l’inglese sfila da campione indiscusso e incontrastato del tracciato, vantando ben 7 vittorie, l’ultima l’anno scorso, e 6 pole position.

GP UNGHERIA, MERCEDES: SI SPERA IN UNA GARA ASCIUTTA

Dopo il gran tempo fatto segnare in FP1, Lewis non ha potuto però replicare nella sessione successiva, a causa della forte pioggia per la quale ha deciso di scendere in pista solo per qualche lento giro d’ispezione: “E’ stata una buonissima prima sessione ma, per tutto quello che avevamo bisogno di fare, è un peccato che piova oggi. E’ strano pensare che siamo in estate, dato che abbiamo avuto questo tempo negli ultimi due GP” – ha affermato ai microfoni di Sky Sports F1.
L’anglo-caraibico ha inoltre ribadito che i dati raccolti nel venerdì di Libere non contano troppo in vista della gara:  “Ho già detto che il venerdì di libere per me non conta molto. Ognuno segue programmi diversi in pista in termini di motore, quantità di benzina e questo genere di cose; ma penso che saranno tutti più vicini in FP3 e in qualifica, anche perché qui le prestazioni non sono troppo legate alla potenza del motore. Con la macchina c’è ancora del lavoro da fare; abbiamo fatto qualcosa ma poi ha iniziato a piovere e quindi non sapremo fino a che non scenderemo in pista domani“.

E sulle condizioni meteo del weekend e le probabilità di avere una gara bagnata: “Penso che domani il meteo sia lo stesso di oggi. Domani potrebbe piovere tutto il giorno, domenica non si sa. Personalmente io spero che ci siano una gara e una qualifica asciutta. Questo tracciato è fantastico sull’asciutto, ma può essere insidioso se bagnato. Oggi c’era poco grip” – ha dichiarato il numero 44.
Per la gara di domenica Lewis si aspetta una bella battaglia: “Sarebbe bello vedere la Renault fare bene; la McLaren sta facendo un lavoro fantastico come la Racing Point. Ci aspettiamo anche che Red Bull sia forte. Sarà una sfida interessante“.

View this post on Instagram

 

Difficult session today, in tricky conditions. This is the mess I’m in after. Where are you tuning in from? #TeamLH

A post shared by Lewis Hamilton (@lewishamilton) on Jul 17, 2020 at 7:36am PDT

BOTTAS: “HO TESTATO TUTTE LE CONDIZIONI POSSIBILI IN PISTA

Il finlandese Valtteri Bottas ha fatto invece segnare il secondo miglior tempo in entrambe le sessioni di Prove Libere di oggi, scendendo in pista anche sotto la pioggia battente: “Manca aderenza in queste situazioni e abbiamo visto errori da parti di alcuni piloti. Ho provato entrambe le mescole e quindi così ho testato tutte le condizioni possibili“.
Buona la partenza in casa Mercedes, ma serviva più tempo per girare: “La monoposto non è sembrata così male sull’asciutto nella prima sessione. Il bilanciamento sembra buono. Per quanto mi riguarda, ho avuto qualche problema di sottosterzo, ma quest’aspetto può essere risolto facilmente.  Non è un cattivo inizio. Certo, sarebbe stato meglio provare di più, trovare più equilibrio, ma le condizioni non erano le stesse per tutti.

Durante la seconda sessione di Prove Libere, il numero 77  delle Frecce d’Argento ha montato sia le intermedie che le gomme da bagnato: “Il grip durante la seconda sessione era scarso sul bagnato. In queste condizioni, ho provato sia le intermedie che le mescole da bagnato e mi sono sembrate abbastanza simili. Pare che ci sarà altra pioggia questo weekend, quindi sono sicuro che possiamo ancora lavorare sulla macchina e prepararci al meglio per sabato e domenica” – ha concluso Bottas.

ANDREW SHOVLIN: “SORPRESI DAI TEMPI DI LEWIS E VALTTERI

L’ingegnere Mercedes si è detto molto soddisfatto, quasi incredulo, dei tempi fatti registrare dai due piloti durante la prima sessione di Prove Libere: “Abbiamo seguito un ordine particolare con le mescole: prima abbiamo montato quelle morbide e poi quelle più dure. Questo perché eravamo più interessati a vedere i dati dei long-run e, con le previsioni di una seconda sessione sul bagnato, ci sembrava il modo migliore per ottenere ciò di cui avevamo bisogno. Lewis sulle dure e Valtteri sulle medie sono stati in grado di battere i loro precedenti tempi e finire così primo e secondo. Il passo gara è buono e, come abbiamo constatato lo scorso anno, le gomme soft non sembrano la scelta migliore per la gara“.
E il meteo? “Si prospetta alquanto instabile e questo ci farà stare tutti sull’attenti” – ha concluso Shovlin.

Seguiteci su Instagram e sulla nostra pagina Facebook

Pubblicità

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button