Formula 1Gran Premio Stiria

GP Stiria, Hamilton: “Dobbiamo ritrovare il terreno perduto”

Partito secondo al via della gara austriaca, il sette volte Campione del Mondo non è riuscito a star dietro al rivale olandese che continua ad allungare nel Campionato

Ancora una volta Verstappen impedisce al pilota Mercedes di conquistare una vittoria, relegandolo in seconda posizione per tutta la durata del GP

E’ un sorriso amaro quello che Lewis Hamilton rivolge a Mark Webber al termine del Gran Premio di Stiria: “E’ stata una gara abbastanza solitaria la mia. Cercavo di tenere il passo della Red Bull, ma hanno una velocità incredibile. Continuano a fare miglioramenti, evidentemente li hanno fatti nelle ultime gare. Per noi è impossibile al momento tenere il passo. Non so dove continuiamo a perdere tempo, ma loro nei long run vanno meglio“.

Dopo lo spegnimento dei semafori, la Red Bull di Max Verstappen è fuggita velocemente e per Hamilton è stato impossibile avvicinarlo e provare un attacco per tutto il resto della gara. “Continuano a conquistare giri veloci uno dopo l’altro nel rettilineo, evidentemente perdiamo tanto. C’è sicuramente del lavoro da fare per recuperare quel terreno perso, ma abbiamo comunque fatto bei punti con il team oggi e dobbiamo continuare a spingere“.

 

HAMILTON: “IN STIRIA RED BULL MOLTO PIU’ VELOCE”

Verstappen continua ad allungare nel mondiale, e con la vittoria di oggi termina anche il dominio Mercedes al Red Bull Ring. Ma il Campione del Mondo in carica non si scompone davanti ai microfoni: “Cerco di non preoccuparmi, ovviamente. Però sono semplicemente più veloci in questo momento. Non è che io possa fare molto da questo punto di vista. Devo solo continuare a fare il mio meglio ogni weekend, e dobbiamo migliorare la prestazione“.

 

L’unica consolazione per il pilota britannico è quella di essersi aggiudicato il punto per il giro veloce, conquistato proprio al suo passaggio sotto la bandiera a scacchi. Per proseguire nella lotta al Mondiale, Mercedes deve assolutamente riuscire a colmare il divario creatosi con Red Bull: “Continuare a portare miglioramenti di qualche tipo, e spingere. Non so se all’ala posteriore o al motore, ma qualunque cosa sia dobbiamo trovare questo terreno che abbiamo perduto.” dichiara Hamilton per concludere.

 

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Sono appassionata di letteratura e di teatro, e studio per poter specializzarmi in questi due campi. Con la Formula 1 e i motori è stato amore a prima vista. Tifosa della Rossa nonostante tutto, la Formula 1 è tra le cose che più mi emozionano al mondo. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.