DichiarazioniFormula 1Gran Premio Stiria

GP Stiria: che imbarazzante disastro in casa Ferrari!

Doppio ritiro per il team di Maranello a causa di una manovra al limite effettuata dal monegasco. Ecco i commenti a caldo di Vettel, Leclerc e Binotto

Disastro in casa Ferrari al primo giro del GP di Stiria. Un contatto tra i due compagni di squadra, causato da una manovra al limite di Leclerc, ha compromesso la gara di entrambi, costringendoli al ritiro

Che disastro in casa Ferrari! A seguito del contatto, il posteriore della vettura di Vettel e il fondo di quella di Leclerc inevitabilmente danneggiati hanno costretto entrambi al ritiro. Il dispiacere e la delusione sono evidenti, in quanto la gara odierna era importante per capire in che direzione stava procedendo il team, dopo la complicata qualifica di ieri. Massimizzare ogni occasione e portare punti a casa sono i mantra da seguire per il team di Maranello, finché non si troverà il bandolo della matassa. Ma oggi anche ciò non è riuscito, e in ottica Mondiale l’inizio non è dei più favorevoli.

 

DICHIARAZIONI VETTEL

Ecco il punto di vista di Vettel su quanto accaduto con il suo compagno di squadra. “Io ero in lotta con altre due vetture, in curva 3. Lui ha preso la traiettoria, io ho cercato di chiudere normalmente perché non mi aspettavo che provasse qualcosa lì. E’ un grande peccato, avremmo dovuto evitarlo, ma io non potevo fare nulla onestamente. Stavo guidando in modo conservativo, tranquillamente, per preparare la mia vettura al rettilineo, ma poi mi sono reso conto che c’era già un danno. Credo che non ci fosse spazio lo spazio necessario per effettuare quella manovra.

 

“Uno dei più grandi dispiaceri è quello di non aver potuto testare il passo gara in queste condizioni. Era un bonus poter tornare qui, nella stessa pista, con condizioni molto simili a quelle della scorsa settimana, ma non avremo quelle risposte. La vettura venerdì andava molto meglio, secondo le mie sensazioni. Poi abbiamo avuto una qualifica davvero difficile ieri, perciò mi sarebbe piaciuto disputare la gara, per capire in che direzione stessimo andando ha così concluso a riguardo il tedesco della Ferrari.

DICHIARAZIONI LECLERC

Un mortificato Leclerc si è scusato per l’errore commesso, ammettendo che ha ancora tanto da imparare. “La prima cosa che ho fatto è scusarmi, perché quando uno sbaglia si deve scusare. Sono sempre onesto, non sono stato bravo stavolta, non trovo altre parole. Sono deluso da me stesso. Ho detto a inizio anno che volevo cogliere qualsiasi opportunità per far bene e oggi forse l’avrei avuta. Mi prendo tutta la responsabilità, mi dispiace tantissimo per il team. Volevamo vedere il risultato che avremmo ottenuto oggi in gara, ma ho buttato tutto via”.

 

“Ancora una volta, non ci sono parole per scusarmi, ma avevo voglia di far bene, forse troppo. Non è certo una scusa questa, ma ci tenevo a spiegarmi e a chiedere scusa sia a Seb che alla squadra. Avendo gli pneumatici più prestazionali, sono stato fin troppo ottimista. Appena ho visto lo spazio ho pensato di provare a infilarmi lì. Avrei dovuto pensare di più in quel momento, si trattava di Seb, il mio compagno di squadra e non si fa così. Ho ancora delle cose da imparare. Mi scuso nuovamente, oggi è completamente colpa mia” ha così concluso il monegasco della Ferrari.

DICHIARAZIONI BINOTTO, TEAM PRINCIPAL FERRARI

Il Team Principal ha così commentato il disastro in casa Ferrari. “Di chi sia la responsabilità è abbastanza palese, ma ovviamente non è stata intenzionale la cosa. Più che cercare colpevoli, parlare di chi sia la responsabilità, fare accuse ecc, dobbiamo stare uniti per migliorare la vettura il prima possibile. Dobbiamo capire l’origine del problema, perché solo così possiamo progredire, perciò dobbiamo analizzare tutto per poter procedere verso la giusta direzione. Per quel che riguarda il contatto, ho parlato con entrambi e tra di loro non c’è alcun problema. Charles ha riconosciuto l’errore e Sebastian è naturalmente dispiaciuto”.

“Ma dispiace a tutti quanti, dopo tanti sforzi finire la gara in questo modo fa malissimo.  Il rammarico più grande poteva essere quello di non aver testato in condizioni simili il passo gara con gli aggiornamenti portati, invece Binotto ha risposto così: “In questa fase dove non siamo competitivi è importante portare a casa punti. Il rammarico è non aver completato la gara con entrambe la vetture e quindi non aver massimizzato le nostre potenzialità. Non aver potuto confrontare la vettura con quella della settimana scorsa è un grande dispiacere. Ancora una volta, credo che il più grande rammarico stia nel vedere un doppio ritiro dopo pochissimi giri” 

Topics
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button