Formula 1Gran Premio Stati Uniti

GP Stati Uniti, anteprima: orari tv, il circuito, il meteo

Siamo arrivati alla sestultima prova della stagione 2021. Nell’attesa, ecco gli orari tv, il meteo e la scelta Pirelli

GP STATI UNITI 2021, ROUND 17. DOPO UNA STAGIONE DI STOP, TORNA LA TAPPA DI AUSTIN IN TEXAS. UNA NUOVA SFIDA. CHI VINCERÀ?

GP Stati Uniti 2021, anteprimaLa Formula 1 lascia l’Europa e si appresta ad affrontare la fase conclusiva, con un rush finale composto da sei gare. A fare da apripista è il Texas e il circuito di Austin, con il GP Stati Uniti.

Il mondiale di Formula 1 2021, si avvia alla conclusione con ancora in ballo le vittorie iridate piloti e costruttori. La sfida è apertissima e sempre più avvincente, tra Lewis Hamilton e Max Verstappen, e tra Mercedes e Red Bull. Le ultime gare stanno evidenziando la competitività della RB16B, e la solidità del pilota olandese, a caccia del suo primo titolo iridato. Mercedes e Lewis Hamilton, invece vogliono confermarsi campioni del mondo. In Turchia, il 7 volte campione del mondo è stato rallentato dalla penalità subita, per la sostituzione di un componente della power unit, e da qualche errore. La vittoria di Valtteri Bottas, ha comunque evidenziato le potenzialità della W12, che potrebbe diventare un’arma molto valida per la vincere il titolo. Per Verstappen e la Red Bull, sarà fondamentale ottenere nuove vittorie in gara, ed essere aiutati da Sergio Perez.

GP Stati Uniti, anteprima: orari tv, circuito, meteo
Credits: Red Bull, press area

In Russia e in Turchia, l’esordio delle nuove power unit sulle SF21 di Charles Leclerc e di Carlos Sainz, hanno incredibilmente sorpreso, per quanto riguarda le prestazioni e competitività. Dopo un 2020 da incubo, l’inizio della stagione 2021 è stata positiva, per la Scuderia Ferrari che si presenta ad Austin, con l’obiettivo di ottenere risultati positivi, magari una vittoria, anche in ottica 2022. Le prestazioni e i dati ottenuti nelle ultime gare, sembrano dare ragione al team. In ogni caso deve continuare a lavorare, migliorare anche dal punto di vista delle strategie, pit-stop.

Ferrari è in sfida con la McLaren, per il terzo posto in classifica costruttori. Nelle ultime gare, Maranello sembra aver fatto degli importanti passi in avanti, mentre il team di Woking sembra un tantino in difficoltà, a parte la vittoria con doppietta a Monza con Daniel Ricciardo e il successo sfiorato da Lando Norris a Sochi. In Turchia, l’australiano ha subito una penalità in seguito alla sostituzione della power unit. A differenza di Carlos Sainz anch’egli retrocesso per lo stesso motivo, ha avuto più difficoltà nella rimonta. Norris che invece partiva più avanti rispetto al compagno di squadra, non ha avuto grandi exploit.

Il GP Stati Uniti, è la gara di casa del Team Haas. Il team si presenta ai suoi tifosi, con una coppia di piloti giovanissima e all’esordio in Formula 1: Mick Schumacher e Nikita Mazepin. Vedremo se l’aria di casa, possa aiutarli in positivo.

CIRCUIT OF THE AMERICAS (C.O.T.A.)

Il Circuito delle Americhe, sorge nei pressi di Austin in Texas, è stato progettato da Hermann Tilke. Lo scopo era di riportare la Formula 1 e il GP Stati Uniti nel 2012: l’ultima volta è stato nel 2006 ma sul circuito di Indianapolis.

GP Stati Uniti, anteprima: orari tv, circuito, meteo
Credits: Pirelli, press area

Il tracciato di Austin, è lungo 5.515 metri ed è costituito da 20 curve, con diversi tratti che ricordano altri circuiti, progettati da Tilke: la successione a ‘Serpentina’ di curve al primo settore che ricorda la famosa ‘Esse’ del circuito di Suzuka.

In qualifica, sarà importante ottenere una buona posizione sulla griglia di partenza, in quanto in gara, chi partirà sul lato sporco, faticherà a trovare il giusto grip, rischiando di compromettere l’esito di questa fase di gara.

Caratteristica unica di questo tracciato, sono i cambiamenti di elevazione: in particolare e affascinante è il tratto iniziale in salita, che porta alla Curva 1, ovvero una curva cieca. Molti piloti adorano correre su questo circuito, proprio per le sue caratteristiche, con un layout bellissimo e continui cambi di pendenza, che lo rende interessante, con la possibilità di compiere sorpassi. La pendenza ha il vantaggio, di aiutare la vettura a rallentare in fase di frenata, e la Turn 1 (la curva 1), non è semplice da fare. Si gira in senso antiorario

Inoltre, la stessa città, ricca di attrazioni e locali per il divertimento ed il relax, è amata dai piloti, così come il grande di flusso di gente e appassionati che affollano nel corso del weekend.

GP Stati Uniti, anteprima: orari tv, circuito, meteo
Credits: Pirelli, press area

PIRELLI: C2, C3, C4

La Pirelli, ha comunicato la scelta di mescole previste per il GP Stati Uniti, ovvero C2 white hard, C3 yellow medium, C4 red soft. Si tratta delle mescole centrali della gamma, stessa scelta adottata nel 2019.

Il tracciato di Austin, per via delle sue caratteristiche permette una grande varietà di strategie, dando la possibilità agli ingegneri di effettuare molte scelte.

Recentemente la pista è stata riasfaltata, ma Pirelli a causa della pandemia non ha potuto inviare i suoi ingegneri per le opportune verifiche e test sulla nuova rugosità. Per questo, sono stati utilizzati i dati più obsoleti relativi al 2019, per stilare la scelta delle mescole. Lavori che erano diventati necessari, in quanto proprio nel 2019, il tracciato in alcuni punti presentava una forte sconnessione, tanto da provocare danni sulle vetture, in modo particolare alle sospensioni, come poi è accaduto a Sebastian Vettel all’epoca al volante della Ferrari.

Austin presenta un tracciato con curve che ricordano quelle delle piste più famose, che danno vita a un layout variegato. Il primo settore è costituito da molti cambi di direzione ad alta velocità, seguito da un lunghissimo rettilineo, mentre nella parte finale vi è una successione di curve lente. Attenzione alla Curva 1, un tornante in salita verso sinistra: la sua difficoltà sta nel trovare l’esatto punto di frenata, per via della pendenza, soprattutto nella fase che segue la partenza del gran premio.

Le tante forze laterali, l’estremo bisogno di trazione, rendono questa pista notevolmente severa sui pneumatici. Sarà pertanto importantissimo gestirli durante tutta la gara.

Attenzione al meteo, che in Texas può essere imprevedibile.

CHE TEMPO CHE FARA’?

Secondo l’ultimo bollettino meteo per questo anteprima, tempo sereno atteso per il weekend del GP Stati Uniti. Non ci sarà la pioggia, malgrado qualche nuvola attesa per domenica. Temperature estive, intorno i 30°C e umidità attorno i 50%.

Venerdì, cielo sereno e soleggiato, con temperature attese tra 31°C e 19°C. Sabato, cielo sereno e soleggiato, temperature attese tra 30°C e 20°C. Domenica, cielo parzialmente nuvoloso, probabilità di precipitazioni pari al 20%. Temperature attese tra 31°C e 20°C.

ORARI TV

Si vola oltreoceano, pertanto occhio al fuso orario per poter seguire il GP Stati Uniti, senza rischiare di perdere qualche cosa. Sarà Sky Sport F1 a trasmettere in diretta ed esclusiva l’evento, con prove libere 1, 2 e 3, qualifiche e gara. TV8 trasmetterà in differita, precisamente in orari notturni. Non mancherà la diretta Live-streaming del GP Stati Uniti, trasmessa da F1world.

Nell’attesa, ecco gli orari tv (italiani) del weekend:

Venerdì 22 ottobre 2021

ore 18:30 – 19:30: Prove Libere 1 (diretta Sky Sport F1 HD; no TV8)

ore 22:00 – 23:00: Prove Libere 2 (diretta Sky Sport F1 HD; no TV8)

Sabato 23 ottobre 2021

ore 20:00 – 21:00: Prove Libere 3 (diretta Sky Sport F1 HD; no TV8)

dalle 23:00 alle 00:00: Qualifiche (diretta Sky Sport F1 HD; differita su TV8 dalle 23.50)

Domenica 24 ottobre 2021

dalle 21:00: Gara (diretta Sky Sport F1; differita su TV8 dalle 23.00)

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.